Fulmine Tortu a Nairobi, nuovo primato personale nei 200 metri: meglio di lui c’è solo Mennea

Filippo Tortu chiude al terzo posto i 200 metri nella tappa Gold del Continental Tour in Kenya, centrando il crono di 20.11 che gli vale il pass per i Mondiali di Eugene

SportFair

Un immenso Filippo Tortu centra il primato personale nei 200 metri a Nairobi, in Kenya, fermando il crono sul 20.11 (vento +2.0). L’olimpionico della staffetta 4×100 distrugge il proprio personal best nel mezzo giro di pista dopo ben quattro anni, diventando così il secondo italiano di sempre alle spalle della leggenda Pietro Mennea. Prestazione davvero sorprendente di Filippo Tortu, letteralmente esaltatosi nella tappa Gold del Continental Tour ai 1800 metri dello stadio Kasarani, ottenendo un ottimo terzo posto grazie ad un perfetto rettilineo finale. Vittoria per lo statunitense argento mondiale Fred Kerley (19.76), seguito da Isaac Makwala (20.06).

Foto di Valdrin Xhemaj / Ansa

Dietro Mennea

Ventitré centesimi di miglioramento in un colpo solo per il 23enne brianzolo che, dal 2017, aveva come primato personale il 20.34 del Golden Gala. Vanno aggiornate le liste italiane di ogni epoca: dopo il 19.72 di Mennea, tutt’ora record europeo, da oggi c’è il 20.11 di Tortu, a superare il 20.13 con cui Fausto Desalu era stato sesto agli Europei di Berlino nel 2018. Un risultato, quello ottenuto in Kenya, che permette all’olimpionico azzurro di guadagnare nettamente lo standard d’iscrizione previsto da World Athletics per i Mondiali di Eugene del prossimo anno.