Nessun rimpianto, Calhanoglu si gode l’Inter e già punge il Milan: “se segno nel derby esulto, come sempre”

Hakan Calhanoglu ha sottolineato che, nel caso in cui dovesse segnare nel derby tra Milan e Inter, esulterebbe nonostante i suoi recenti trascorsi in maglia rossonera

SportFair

La sua esperienza con la maglia dell’Inter è iniziata in modo piuttosto positivo, considerando i gol e gli assist realizzati in questo avvio di campionato. Hakan Calhanoglu sembra già essersi inserito a meraviglia nei meccanismi di Simone Inzaghi, dimostrando grandi capacità e spirito di adattamento: “prima di firmare per l’Inter ho parlato più volte al telefono con Inzaghi e, da quello che mi diceva, si vedeva che mi voleva. È uno che punta sempre a vincere, ma lo avevo capito anche giocandoci contro. Con lui ho instaurato un grande feeling. La nostra è stata una partenza che è da definire normale quando indossi la maglia dell’Inter, conoscevo il valore dei miei nuovi compagni e quello di Inzaghi. Tante squadre possono inserirsi e lottare fino all’ultimo: la Roma e il Napoli hanno avuto un grande inizio, ma anche l’Atalanta è lì. E non so chi altri si potrà aggiungere. Noi siamo favoriti dopo la vittoria dello scorso anno“.

Calhanoglu
Foto di Matteo Bazzi / Ansa

Il derby con il Milan

Hakan Calhanoglu ha poi parlato della sua passata esperienza al Milan, soffermandosi poi sulla sua reazione in caso di eventuale gol nel derby contro i rossoneri: “al Milan ho trascorso quattro anni buoni e là ho molti amici. Ci sono stati anche momenti difficili, ma le ultime due stagioni sono state migliori rispetto alle prime due grazie a Pioli. L’Inter è una bella squadra che ha vinto l’ultimo scudetto e più derby durante la mia esperienza rossonera. Ho scelto di venire qui perché nella mia carriera mi piace affrontare nuove sfide. Alla chiamata dell’Inter non ero sorpreso, ma calmo. Con le mie qualità so cosa posso fare e sinceramente non mi è mai passato per la testa il rischio di rimanere senza squadra. Mi sono detto: ‘un club arriverà’. Se segno al Milan? Farò come sempre“.