Prima il ko sul ring e poi le convulsioni: una pugile 18enne muore 5 giorni dopo un incontro [VIDEO]

Jeanette Zacarias Zapata, pugile messicana di 18 anni, è morta a causa delle ferite riportate nel corso del match contro la canadese Marie Pier Houle

SportFair

Un incontro di boxe finito in tragedia, con la morte di una delle due pugili impegnate nel combattimento. Jeanette Zacarias Zapata è scomparsa all’età di 18 anni a causa dei traumi riportati dopo l’incontro con Marie Pier Houle, valido per il GVM Gala International di Montreal. La giovane messicana è entrata in coma per i colpi incassati, morendo poi in ospedale nel pomeriggio di giovedì 2 settembre. A darne notizia è stato Yvon Michel, promoter di Jeanette: “è con grande tristezza e sconforto che abbiamo appreso, da un rappresentante della sua famiglia, che Jeanette Zacarias Zapata è scomparsa giovedì alle 15.45“.

Convulsioni

L’incontro che ha portato alla morte di Jeanette Zacarias Zapata è stato interrotto nel corso del quarto round, quando la messicana è stata colpita da un montante sinistro e da un gancio destro, finendo per essere preda poi di forti convulsioni. Immediato l’intervento dei sanitari e il trasferimento in ospedale, dove la 18enne è morta dopo alcune ore di coma. “La boxe comporta molti rischi e pericoli” le parole su Facebook dell’avversaria Marie Pier Houle.Questo è il nostro lavoro, la nostra passione. Mai e poi mai l’intenzione di ferire seriamente un avversario ha fatto parte dei miei piani“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Reginald Owens (@reggie76544)