Annuncia il suicidio su Instagram e poi si uccide: tragica morte per Daffney Unger, l’ex ‘Scream Queen’ del wrestling

Daffney Unger, ex popolare wrestler conosciuta come 'Scream Queen', si è tolta la vita nella sua casa di Atlanta dopo aver annunciato il suicidio in una diretta social

SportFair

Non si è uccisa durante la diretta Instagram ma poco ci è mancato, anche perché il suicidio è avvenuto qualche ora dopo probabilmente a causa di un colpo d’arma da fuoco. E’ morta così Daffney Unger, famosa ex wrestler che ha deciso di togliersi la vita in maniera davvero terribile, annunciando sui social la volontà di compiere il folle gesto. Resa famosa dai suoi combattimenti e dal look punk, la ‘Scream Queen‘ è morta all’età di 46 anni nella sua casa di Atlanta, dove le autorità hanno ritrovato il cadavere senza vita della Unger che, poco prima, era apparsa in una diretta social con un’arma da fuoco tra le mani.

La carriera e i problemi di salute

Daffney Unger si era ritirata 10 anni fa, dopo aver combattuto nel World Championship Wrestling dal 1999 al 2001 e poi per il Total Nonstop Action Wrestling dal 2008 al 2011. Subito dopo la fine della sua carriera aveva iniziato a lamentare danni al cervello, ammettendo di soffrire di encefalite cronica traumatica. Un problema affrontato dalla ‘Scream Queen‘ anche nel video pubblicato su Instagram prima di morire: “capite che sono sola? Non lo capite? Non voglio fare nulla che possa danneggiare il mio cervello, voglio che venga studiato, che le generazioni future sappiano. Non fate cavolate come me“.