I ritardi dei treni e la cuffietta caduta dentro il water: la giornata ‘horror’ di Federica Pellegrini

Federica Pellegrini ha raccontato la sua giornata horror, partendo dai ritardi dei vari treni per raggiungere Napoli fino alla caduta della cuffietta nel water

SportFair

Giornata davvero storta per Federica Pellegrini, protagonista di una vera e propria odissea per raggiungere Napoli, dove è in corso la Regular Season della International Swimming League, ultimo impegno della Divina prima di appendere la cuffia al chiodo. Partita presto al mattino da casa, la Pellegrini ha prima dovuto svegliare la madre prima delle 7 per farsi accompagnare in stazione, per poi scoprire del primo ritardo del treno per Roma.

Treni e cuffiette

Convinta di perdere la coincidenza per Napoli, la nuotatrice azzurra si è subito prodigata per modificare il proprio biglietto, salvo poi riuscire a salire sul treno inizialmente prenotato perché in ritardo anche quello. Come se non bastasse, la Divina ha infine raccontato sui social l’ultima disavventura capitatale in bagno una volta arrivata a Napoli: “non è la mia giornata, sono entrata in doccia, levandomi i pantaloni, son cadute le cuffiette, rimbalzate per terra e una è finita dentro al water, yeeah”. Una giornata davvero da dimenticare, non c’è che dire…