Il rammarico olimpico e l’ipotesi Sanremo, Federica Pellegrini senza filtri: “mi sembra ambizioso…”

Federica Pellegrini ha ripercorso la propria carriera e si è soffermato sui risultati ottenuti alle Olimpiadi di Tokyo, parlando anche del suo futuro in televisione

SportFair

La carriera di Federica Pellegrini è ormai arrivata ai titoli di coda, la Divina ha chiuso il cerchio con le Olimpiadi di Tokyo ma saluterà ufficialmente il nuoto nella ISL di Napoli. Un viaggio lungo e caratterizzato da numerosi trionfi, che avrebbero potuto aumentare se solo i Giochi di Tokyo si fossero tenuti nel 2020. E’ questa la consapevolezza della Pellegrini espressa ai microfoni del Corriere della Sera: se l’Olimpiade fosse stata nel 2020, dopo i Mondiali vinti l’anno prima, l’obiettivo sarebbe stato una medaglia. Però dopo sei settimane di lockdown, il Covid, un anno in più, gli obiettivi sono cambiati. Non ne ho fatto un dramma, anche perché nell’ultimo anno il mio corpo mi ha dato dei segnali. E’ arrivata la consapevolezza che sarebbe stata l’ultima stagione, non sarei riuscita a chiedergli di più. Potevano esserci vari modi per arrivare all’addio. Per un infortunio grave ed era quello che speravo non accadesse, attraverso un logorio per anni magari senza risultati, oppure da un secondo all’altro come se si spegnesse la luce. E’ stato un momento particolare ed ho capito che avevo dato tutto a questo sport“.

federica pellegrini
Foto di Ciro Fusco / Ansa

L’ipotesi Sanremo

Riguardo il proprio futuro in tv, Federica Pellegrini ha ammesso: Italia’s Got Talent mi ha aiutato sapere di essere portata a fare anche altro, noi nuotatori siamo convinti di sapere solo nuotare. Ho letto di Sanremo, ma non so nulla. Da zero al Festival mi sembra un po’ ambizioso. Le mie eredi? Le due più forti sono Simona Quadarella e Benedetta Pilato. Simona ha davanti un mostro come Ledecky, ma deve crederci. Benedetta ha avuto un’Olimpiade difficile in una gara che non sente ancora sua, ma ha solo 16 anni. Nei 200 stile non c’è nessuna purtroppo“.