L’Italia dice 41 alle Paralimpiadi di Tokyo: Alberto Amodeo d’argento e Xenia Palazzo di bronzo nei 400 sl S8

Alberto Amodeo conquista la medaglia d'argento al termine della finale dei 400 sl categoria S8, Xenia Palazzo invece è di bronzo nella stessa gara femminile

SportFair

La giornata di nuoto alle Paralimpiadi di Tokyo comincia con due medaglie per l’Italia, che conquista il sesto argento di giornata con Alberto Amodeo e il primo bronzo di oggi con Xenia Palazzo nei 400 metri sl categoria S8. Al debutto assoluto in una Paralimpiade, il nuotatore azzurro compie l’impresa della vita e sforna una prestazione pazzesca, che gli permette di conquistare la medaglia d’argento con il crono di 3’53″31. Sfuma di un secondo l’oro che finisce al collo del russo Nikolaev (3’52″28), mentre il bronzo va allo statunitense Torres (3’54″17).

Bronzo per Xenia

La medaglia numero 41 la regala invece Xenia Palazzo che, nella stessa categoria di Alberto Amodeo ma al femminile, chiude sul terzo gradino del podio una gara perfetta. Doppietta per gli Stati Uniti, ma la medaglia non la prende il mito Jessica Long bensì la connazionale Stickney, abile a precedere la campionessa assoluta del nuoto americano di pochi centesimi.

Di Ernesto Branca

Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015