La verità sullo stipendio di Donnarumma al PSG: ingaggio più basso rispetto a quello che offriva il Milan

Lo stipendio di Donnarumma al PSG sarà più basso rispetto a quello che aveva intenzione di riconoscergli il Milan per rinnovare il contratto: la differenza sta nei bonus

SportFair

Incredibile ma vero, lo stipendio di Gigio Donnarumma al Paris Saint-Germain sarà più basso rispetto a quello che il Milan aveva messo sul piatto per convincerlo a rinnovare. A rivelarlo è l’Equipe, famoso quotidiano francese, che ha sottolineato come il miglior portiere dell’ultimo Europeo intascherà 7 milioni di euro netti, una cifra che ovviamente non tiene conto dei bonus che potrebbero farla lievitare almeno fino a 10. In ogni caso, si tratta di una somma piuttosto lontana dai 12 milioni di cui si è parlato nelle ultime settimane, soldi che Donnarumma non arriverà a guadagnare almeno nei primi anni di soggiorno a Parigi. Anzi, il portiere italiano avrà uno stipendio inferiore rispetto a Keylor Navas, collega con cui dovrà giocarsi il posto fin dal primo giorno di ritiro che, per l’ex Milan, non è ancora iniziato.

Donnarumma
Foto di Matteo Bazzi / Ansa

Ingaggio e bonus

Lo stipendio base di Donnarumma al Paris Saint-Germain non supera dunque i 7 milioni di euro, uno in più rispetto al suo vecchio ingaggio al Milan ma anche uno in meno rispetto all’offerta che gli aveva presentato il club rossonero per rinnovare. Il numero 21 azzurro però ha deciso di cambiare aria, traslocando in Francia e firmando con il PSG, pronto a garantirgli numerosi bonus. Il primo di questi riguarda il ‘premio etico’, legato al comportamento di Donnarumma dentro e fuori dal campo. Il portiere campano per intenderci non dovrà denigrare allenatore e compagni, astenersi dal fare propaganda politica o religiosa che potrebbe causare danno al club e mantenere un buon rapporto con i tifosi. A questi bonus infine vanno aggiunti anche quelli personali e di squadra, che potrebbero far lievitare lo stipendio di Donnarumma da 7 a 10 milioni, ma in questo caso tutto dipenderà dalla sfida interna con Keylor Navas che, sicuramente, non avrà nessuna voglia di far spazio al nuovo arrivato…