Annuncia in ritardo la positività al Covid: surfista portoghese ‘esclude’ dalle Olimpiadi la riserva italiana

Angelo Bonomelli è rimasto escluso dalla gara di surf delle Olimpiadi di Tokyo per colpa di un collega portoghese, che ha annunciato tardi la sua positività al Covid

SportFair

Avrebbe potuto partecipare per la prima volta in carriera alle Olimpiadi, ma Angelo Bonomelli ha visto sfumare il sogno di una vita a causa della negligenza del portoghese Federico Morais. Il surfista lusitano infatti ha comunicato la propria positività al Covid oltre il tempo limite, non permettendo dunque all’azzurro di essere ripescato come prima riserva. Una beffa atroce, dovuta ad una scelta sconsiderata di Morais, colpevole di aver violato una lunga lista di regole e restrizioni fissate per i Giochi di Tokyo.

Surf
Foto di Nic Bothma / Ansa

Delusione

Deluso e arrabbiato Bonomelli per l’esito di questa vicenda, che lo ha spinto a sfogarsi ai microfoni dell’Associated Press: “penso solo che non sia giusto per me sprecare un’opportunità di una vita, c’è stata negligenza“. Dal canto suo, Morais ha sottolineato di aver atteso pensando di poter tornare negativo in tempo per raggiungere Tokyo, salvo poi accorgersi di non poter volare alle Olimpiadi considerando come il governo giapponese chiedesse la prova di un test Covid negativo entro 72 ore dall’arrivo nel Paese. Il Comitato olimpico portoghese ha annunciato la positività di Morais solo sabato mattina, a distanza di 24 ore dall’inizio della gara olimpica di surf e dalla scadenza finale per confermare una riserva.

surf
Foto di Nic Bothma / Ansa

Troppo tardi

I funzionari della federazione internazionale hanno dunque contattato la delegazione italiana per convocare Bonomelli che, vivendo in Costa Rica, non avrebbe avuto il tempo di arrivare a Roma per fare il tampone e poi ripartire per Tokyo. “È incredibile quanto sia ingiusto” la chiosa del surfista azzurro, privato del suo sogno a causa della negligenza di un collega che avrebbe dovuto comportarsi in maniera molto più corretta.