Due 13enni sul podio a Tokyo: Nishiya Momiji è la prima donna a vincere l’oro nello street skateboard femminile

La tredicenne Nishiya Momiji vince il primo oro di skateboard da strada femminile, sul podio con lei alle Olimpiadi di Tokyo un'altra 13enne ed una 16enne

SportFair

Il primo oro di skateboard da strada femminile va alla giapponese Nishiya Momiji, ha soli 13 anni.  Nella gara inaugurale di street skateboard, al suo debutto aelle Olimpiadi, due dei più giovani concorrenti ai Giochi Olimpici hanno vinto l’oro e l’argento. La medaglia d’oro è andata a Nishiya Momiji che ha scritto il suo nome nei libri di storia con un punteggio di 15,26. Le sue ultime tre run sono state sufficienti per assicurarsi il gradino più alto del podio, battendo la brasiliana Rayssa Leal, anche lei 13enne, e la sedicenne Nakayama Funa per l’oro in quella che si ritiene sia il podio olimpico più giovane di  sempre.

nishiya momiji
Foto di Jiji Press / Ansa

Nishiya, che ha vinto una medaglia d’argento ai campionati del mondo 2021 a Roma, si è ora assicurata un oro davvero speciale dopo una finale tesa. Uno dei motivi per cui le persone erano così entusiaste dell’inclusione dello skateboard nel programma olimpico era l’entusiasmo giovanile che avrebbe portato ai Giochi. Con due tredicenni ai primi due posi, questa gioventù ha dimostrato la sua capacità di brillare in modi che pochi avrebbero potuto prevedere sul più grande palcoscenico sportivo.

nishiya momiji
Foto di Jiji Press / Ansa

Rayssa Leal, che non è solo la più giovane medaglia del Brasile, ma anche olimpionica, ha vinto l’argento con un punteggio di 14.64 con Nakayama la medaglia di bronzo con 14.49. Ma gli applausi sono tutti per Nishiya, il cui nome entra nel libro dei record come la prima skateboarder donna a vincere l’oro ad un’Olimpiade e la seconda skateboarder, dopo l’eroismo di ieri del vincitore maschile Horigome Yuto, a vincere l’oro nello sport per il Giappone.

“Sono così felice di vincere le Olimpiadi in Giappone, e sono così felice di vincere le mie prime Olimpiadi come una delle concorrenti più giovani”, ha affermato la giovane skateboarder dopo la gara.  “Lo skateboard è divertente e interessante da fare, quindi voglio che tutti provino lo skateboard. Voglio essere quell’atleta famosa che tutti nel mondo conoscono. Voglio vincere anche a Parigi 2024”.

Leal, che è diventata la più giovane medaglia olimpica dal 1936, non vedeva l’ora di vedere il brillante futuro che aveva davanti. “Mi sento molto felice. Ho fatto la storia a 13 anni. Spero di poter partecipare a molti altri Giochi Olimpici. Sono stata in grado di realizzare il mio sogno e il sogno di mio padre. Mi sono divertita molto e ho fatto tutto quello che potevo fare. Sono davvero commossa, davvero emozionata. È un sogno essere qui e avere una medaglia al collo, per rendere orgoglioso il Brasile, e questo è molto soddisfacente per me. Tutto lo sforzo che mia madre e mio padre hanno fatto per portarmi qui, e ora sono qui e posso dire loro che tutto è andato bene e sono semplicemente super felice“.