Il martello la colpisce alla testa dopo un lancio: tragedia a Cuba, morta un’atleta di 19 anni

Alegna Osorio, 19enne martellista cubana, è deceduta per le ferite riportate in seguito ad un incidente avvenuto lo scorso aprile nel corso di un allenamento

SportFair

Una tremenda tragedia ha colpito l’atletica cubana, costretta a piangere la morte di Alegna Osorio. La martellista di 19 anni è deceduta a causa delle ferite riportate dopo un incidente avvenuto in allenamento lo scorso aprile, quando era stata colpita alla testa subito dopo il lancio del martello. Pesantissime le conseguenze riportate dall’atleta 19enne, deceduta in questi giorni dopo un’agonia di tre mesi nel corso dei quali la famiglia non l’ha mai abbandonata. A dare la notizia della morte di Alegna Osorio è stato il presidente dell’Istituto sportivo nazionale di Cuba, Osvaldo Vento: “condividiamo questo dolore insopportabile con la sua famiglia“.

La carriera di Alegna

Quarta all’Olimpiade giovanile 2018 a Buenos Aires e bronzo ai campionati Panamericani Under 20 di due anni fa nel lancio del martello, Alegna Osorio rappresentava uno dei talenti più cristallini del panorama sportivo di Cuba. La sua morte ha gettato nello sconforto non solo la famiglia ma anche l’intero movimento dell’atletica cubana, sconvolto per la perdita improvvisa della 19enne martellista. La notizia del decesso di Alegna è arrivata anche alle Olimpiadi di Tokyo, dove la statunitense Gwen Berry le ha dedicato un post sui social: “un pensiero d’amore alla sua famiglia in questo momento difficile. È tutto così triste“.