L’Italia fa 13 alle Olimpiadi di Tokyo, il 4 senza azzurro si prende il bronzo nonostante la positività di Rosetti

Il quattro senza azzurro vince il bronzo alle Olimpiadi di Tokyo, arriva dal canottaggio la tredicesima medaglia per l'Italia in questa rassegna olimpica

SportFair

Più forti della sfortuna, più forti del destino avverso che aveva deciso di accanirsi sull’equipaggio italiano poco prima dell’inizio delle gare. Il quattro senza azzurro vince il bronzo e regala alla delegazione tricolore la tredicesima medaglia alle Olimpiadi di Tokyo, chiudendo al terzo posto una gara resa ancora più complicata dalla sostituzione obbligatoria di Bruno Rosetti, risultato positivo al Covid. Al suo posto scelto Marco Di Costanzo che, insieme a Matteo Castaldo, Matteo Lodo e Giuseppe Vicino, riesce a regalare all’Italia uno splendido bronzo. Oro per l’Australia e argento per la Romania, quarta invece la Gran Bretagna, che a pochi metri dalla fine ha invaso la corsia azzurra.

La positività di Rosetti

Questa la nota del Coni della positività di Bruno Rosetti, arrivata a pochissime ore dall’inizio delle gare: “a seguito dell’accertata positività per Covid-19 dell’atleta italiano di canottaggio Bruno Rosetti, comunicata nella giornata odierna, il Coni, su indicazione della Federazione italiana canottaggio ha provveduto a sostituire l’atleta per la finale odierna del 4 senza con Marco Di Costanzo, il quale a sua volta sarà rimpiazzato nel suo equipaggio (2 senza) per la semifinale di oggi, da Vincenzo Abbagnale, unica riserva del gruppo senior“.