Arrivo a Tokyo previsto oltre il tempo limite, le Filippine costrette a cambiare il portabandiera: che beffa per Obiena

Le Filippine sono state costrette a cambiare il proprio portabandiera a poche ore dalla cerimonia d'apertura, John Obiena per rispettare i protocolli Covid delle Olimpiadi

SportFair

Curioso imprevisto per le Filippine a poche ore dalla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Tokyo, in programma venerdì 23 luglio alle ore 20 locali. La delegazione asiatica infatti si è vista costretta a sostituire il proprio portabandiera a causa dei protocolli Covid, piuttosto rigidi in questa edizione dei Giochi. John ‘EJ’ Obiena, atleta di salto con l’asta scelto per portare la bandiera durante la cerimonia d’apertura, sbarcherà a Tokyo solo alle 12:30 di venerdì 23 luglio: troppo tardi per partecipare all’evento.

John Obiena
Foto di Maja Hitij / POOL / Ansa

La sostituzione

I protocolli Covid in vigore alle Olimpiadi di Tokyo infatti impongono agli alfieri di essere presenti 48 ore prima della cerimonia d’apertura. Per questo motivo, John Obiena verrà sostituito dal pugile Eumir Marcial, come confermato da Abraham Bambo Tolentino, presidente del Comitato olimpico delle Filippine. Al suo fianco ci sarà Kiyomi Watanabe, judoka che completerà la coppia di portabandiera per la delegazione asiatica.