Dall’incubo ritiro alla vittoria, Diego Ulissi ‘dimentica’ la miocardite con il sigillo al Giro di Slovenia

Diego Ulissi torna alla vittoria dopo 8 mesi e l'incubo miocardite, riuscendo a vincere la quarta tappa del Giro di Slovenia davanti al compagno Tadej Pogaçar

SportFair

Lo scorso inverno ha rischiato di dire addio al ciclismo e alla sua amata bicicletta, per colpa di una miocardite che aveva spinto i medici a mettere in dubbio la sua carriera agonistica.

Diego Ulissi
Foto di Luca Zennaro / Ansa

Diego Ulissi però non si è arreso ed è tornato prima a gareggiare e adesso a vincere, imponendosi nella quarta tappa del Giro di Slovenia 2021. Una liberazione per il corridore dell’UAE Team Emirates, riuscito a tagliare per primo il traguardo al termine dei 164 km della frazione Ajdovscina-Nova Gorica, precedendo in salita il compagno Tadej Pogaçar.

Successo dopo otto mesi

Diego Ulissi
Foto di Luca Zennaro / Ansa

Un digiuno durato otto mesi, dalla vittoria ottenuta al Giro d’Italia il 16 ottobre 2020 sul traguardo di Monselice, interrotto grazie all’affondo arrivato in questo Giro di Slovenia ormai nelle mani di Pogaçar. Dopo una Corsa Rosa affrontata alla grande, con il quarto posto di Sega di Ala e il quinto di Stradella, Ulissi è tornato a fare la voce grossa riprendendosi tutto ciò che la miocardite aveva rischiato di fargli perdere. Un risultato esaltante che vale tantissimo per il nativo di Cecina, che nell’ultima frazione di domani proverà a mettere in difficoltà Pogaçar, comunque quasi certo del successo finale considerando il minuto di vantaggio sul corridore italiano.