Sei Nazioni U20, l’Italia sfiora il colpo grosso contro la Francia: azzurri sciuponi e sconfitti 11-13

L'Italia cede alla Francia nella seconda gara del Sei Nazioni U20, azzurri sconfitti 11-13 dai pari età transalpini che sfruttano i numerosi errori dei propri avversari

SportFair

L’Italia U20 vede scivolare via per un soffio il successo contro i pari età francesi nella seconda giornata del Sei Nazioni di categoria disputata all’Arms Park di Cardiff. Finisce 11-13 per i transalpini, con quattro errori dalla piazzola da parte di Cannone e compagni che, al fischio finale, risultano decisivi per le sorti di una gara che gli Azzurrini cercano disperatamente, sino al fischio finale, di ribaltare. Ottanta minuti caratterizzati da grande equilibrio nella capitale gallese, con il primo tempo caratterizzato, dopo un botta e risposta al piede tra Garbisi e Retiere nel primo quarto di gara, dagli spunti individuali dell’ala degli Azzurrini Gesi e da quella francese Epee.

Il secondo tempo

A riposo in svantaggio 8-13, l’Italia sembra subire l’aumento del ritmo di gioco che i giovani galletti impongono in avvio di ripresa, con la difesa che compensa con efficacia qualche perdita di possesso di troppo, impedendo ai francesi di tradurla in punti. Al sessantatreesimo, ritrovata solidità ed efficacia in mischia, l’Italia rinuncia a ridurre le distanze con un piazzato in mezzo ai pali dopo una penalità conquistata dal pack azzurro, chiede nuovamente mischia ordinata, innescando una perdita di possesso. Tre minuti dopo però, con gli Azzurrini che acquisiscono fiducia azione dopo azione, l’Italia sceglie la via dei pali, ma questa volta Albanese – entrato da poco per Garbisi a mediano di mischia – non centra i pali. Il mediano di mischia azzurro non sbaglia però a dieci minuti dalla fine, da distanza ravvicinata in mezzo ai pali, dopo l’ennesimo fuorigioco difensivo fischiato contro i giovani coqs su incursione di Menoncello.

I minuti finali

L’Italia alza il ritmo per il serrate finale, la Francia fatica a lasciare gli Azzurrini fuori dalla propria metà campo ed a tre minuti dalla fine mette sul piede di Albanese, con un fuorigioco, il terzo piazzato in pochi minuti: da oltre quaranta metri e posizione defilata il mediano di mischia romano cerca il calcio del sorpasso, ma non indovina i pali. Inutile il forcing finale dell’Italia, con la Francia che – sotto pressione – riesce a conservare l’ultimo possesso di giornata ed a calciare in touche per l’11-13 finale.

Arms Park, Cardiff – venerdì 25 giugno
Sei Nazioni U20, II giornata
Italia U20 v Francia U20 11-13
Marcatori: p.t. 4’ cp. Garbisi A. (3-0); 8’ cp. Retiere (3-3); 21’ cp. Retiere (3-6); 27’ m. Gesi (8-6); 29’ Epee tr. Retire (8-13); s.t. 31’ cp. Albanese (11-13)
Italia U20: Pani; Vaccari, Drago, Schiabel (29’ st. Menoncello), Gesi; Marin, Garbisi A. (24’ st. Albanese); Cannone (cap), Vintcent, Marucchini (9’ st. Andreani); Piantella, Andreoli (14’ st. Ferrari); Hasa (9’ st. Neculai), Di Bartolomeo, Rizzoli (21’ st. Spagnolo)
All. Brunello
Francia U20: Garcia; Bielle Biarry, Gailleton (11’ st. Parisien), Riguet (10’ pt. Baudonne), Epee; Retiere, Seguela (1’ st. Le Garrec); Tixeront (cap), Lachaise (34’ st. Haddad), Bochaton; Warion (25’ st. Debaes), Ployet; Fakatika (1’ st. Yemsi), Boudou, Moukoro (16’ st. Bordenave, 35’ st. Fakatika)
All. Bruno
Arb. Adam Leal (RFU)
Calciatori: Garbisi A. (I) 1/3; Albanese (I) 1/3; Retiere (F) 3/4