Retroscena Ronaldo, la rivelazione di un ex compagno: “al Manchester United veniva bullizzato”

Un ex compagno di Cristiano Ronaldo ha rivelato come, nei primi anni al Manchester United, il portoghese veniva bullizzato dai senatori per le sue acconciature

SportFair

Le loro strade si sono incrociate per due anni, quando entrambi vestivano la maglia del Manchester United.

Ronaldo
Foto di Tibor Illyes / POOL / Ansa

Cristiano Ronaldo è riuscito a sfondare e a diventare uno dei giocatori più forti della storia, Mads Timm invece si è ritirato molto presto per poi tornare a giocare tra i dilettanti. L’ex attaccante danese però ha vissuto un’esperienza alquanto particolare al fianco di CR7, al punto da raccontare alcuni retroscena nel suo libro intitolato ‘Red Devil’, nel quale Timm ha regalato chicche interessanti sui primi anni di Ronaldo al Manchester United.

Bullizzato

Ronaldo
Foto di Ansa

Arrivati al Manchester United nella stessa stagione, Timm e Ronaldo hanno dovuto fare i conti subito con i senatori dello spogliatoio, tutt’altro che teneri soprattutto con i… capelli di CR7. A rivelarlo è proprio l’ex attaccante danese nel suo libro: “era straordinario, come calciatore e come persona. Come me, quando è arrivato al club era un po’ bullizzato a causa dei suoi capelli (che poi ha cominciato a tenere legati) e dei suoi dribbling acrobatici con cui voleva impressionare lo staff. Poteva fare 10-15 doppi passi prima di provare a dribblare, ma Gary Neville e Solskjaer gli urlavano ‘passala subito, dannazione’, quando giocavano assieme le partitelle. Ecco cosa lo ha reso diverso speciale, ha immediatamente combattuto contro i senatori del club. E ha vinto lui. Non gli interessava del resto dei suoi compagni di squadra, non aveva spazio per gli altri. Tutto riguardava Cristiano Ronaldo. CR7. Me, me e ancora me“.