Eriksen può giocare con il defibrillatore impiantato sotto pelle? Regole ferree in Italia, l’Inter adesso trema

Nel caso in cui il defibrillatore cardiaco venisse impiantato in maniera permanente, Eriksen non potrebbe giocare in Serie A perché le regole in Italia lo vietano

SportFair

Christian Eriksen sta bene, ha superato brillantemente l’attacco cardiaco accusato durante Danimarca-Finlandia, ma i medici del Rigshospitalet hanno deciso di impiantargli un defibrillatore sottocutaneo per risolvere il problema emerso sabato scorso.

Tifoso di Eriksen
Foto di Catherine Ivill / POOL / Ansa

Una decisione presa di concerto con lo stesso Eriksen e con la sua famiglia, che obbligherà il centrocampista dell’Inter a sottoporsi ad un’altra operazione chirurgica per l’installazione del dispositivo. Una notizia diffusa in mattinata dalla Federcalcio danese, che ha messo comunque in apprensione soprattutto l’Inter.

Vietato giocare in Italia

eriksenNon è ancora chiaro se il defibrillatore cardiaco rimarrà permanentemente sotto la pelle di Christian Eriksen, il danese tra 3-4 settimane dovrà sottoporsi a nuove visite per avere delucidazioni in merito. Nel caso in cui i medici dovessero decidere di non espiantarlo, a quel punto l’avventura con la maglia dell’Inter del centrocampista classe ’92 giungerebbe ai titoli di coda. Se all’estero è possibile giocare con il defibrillatore cardiaco impiantato sotto pelle, in Italia questo non è possibile: dunque Eriksen non potrebbe portare avanti la propria carriera in Serie A. Bisognerà attendere dunque le prossime visite, intanto l’Inter monitora la situazione e spera di poter continuare ad avere Eriksen nella rosa della prossima stagione.