Perché Antonio Conte non ha ancora accettato il Tottenham?

Antonio Conte non ha ancora deciso se accettare la proposta del Tottenham, ci sono infatti alcune parti del progetto Spurs che non lo convincono

SportFair

L’Inter è il passato, Antonio Conte adesso valuta le offerte sul tavolo per decidere quale sarà il suo prossimo club.

Adrian Dennis / POOL

Il Tottenham è senza dubbio la società in pole position nella corsa all’allenatore campione d’Italia, ma il sì non è ancora arrivato e i prossimi giorni potrebbero essere decisivi per capire quale sarà la decisione di Conte. L’offerta è già stata presentata, giace sul tavolo dello studio del manager pugliese in attesa di risposta, che arriverà una volta che l’ex Inter avrà valutato i pro e i contro di una soluzione che al momento non lo convince al 100%.

LEGGI ANCHE: Antonio Conte verso il ritorno in Premier League, Tottenham all’assalto: ballano però tre milioni

Cosa non convince Conte

Antonio Conte
Foto di Matteo Bazzi / Ansa

Certo, le strutture del Tottenham sono all’avanguardia, con uno stadio di proprietà e un centro tecnico tra i migliori al mondo, ma c’è qualche che ancora all’allenatore italiano non torna: il valore della rosa. Gli Spurs hanno pochi campioni e l’esito dell’ultima Premier League lo dimostra: settimo posto ed eliminazione dall’Europa League per mano della Dinamo Zagabria. Dove arrivare con questo materiale a disposizione? Conte non lo sa, per questo si interroga e valuta se lanciarsi in un progetto che richiederebbe un impegno maggiore rispetto a quello profuso con l’Inter. I prossimi giorni saranno decisivi, in caso di fumata nera Conte si prenderà un anno sabbatico, tornando in sella la prossima stagione magari con un club di alto livello con cui dare subito l’assalto a campionato e Champions League.