Riferimento politico sulla maglia dell’Ucraina, interviene la Uefa: chiesta la modifica della divisa

L'Ucraina costretta a correre ai ripari a pochi giorni dall'esordio agli Europei di calcio 2021: chiesta la modifica della divisa ufficiale a causa di un riferimento politico

Gli Europei di calcio 2021 iniziano col piede sbagliato per l’Ucraina. La squadra ha dovuto fare i conti con un inconveniente spiacevole e dovrà presto correre ai riedi in vista dell’esordio nella rassegna continentale. L’Uefa, infatti, ha chiesto alla Nazionale ucraina di modificare la divisa disegnata per gli Europei a causa di una problematica… politica.

divisa ucraina
Foto di Sergey Kozlov/ Str / Ansa

A denunciare un richiamo alla politica nella maglia dell’Ucraina è stata la Russia, che ha chiesto l’intervento della Uefa. “Dopo un’analisi più approfondita lo slogan è chiaramente di natura politica e deve essere ritirato in vista delle partite ufficiali della Uefa”, hanno riferito da Nyon.

“Gloria ai nostri eroi”, è questa la frase, un chiaro riferimento alla Crimea, che ha fatto scattare le proteste. “Forse vi hanno informato male, nessun incidente diplomatico. a divisa ufficiale è stata approvata dall’Uefa”, dichiarava ieri Schevchenko, senza immaginare che la Uefa avrebbe deciso di chiedere una modifica della divisa.

La Russia, leggendo un chiaro riferimento alla Crimea, territorio ucraino, annesso però alla Russia a seguito di un duro conflitto a fuoco nel 2014. La Uefa, dunque, ha chiesto all’Ucraina di modificare la maglia e rimuovere qualsiasi riferimento politico. L’esordio dell’Ucraina è previsto per il 13 giugno, quindi lo staff ha il tempo necessario per agire e correre ai ripari.