Selfie, sorrisi e rassicurazioni: dall’ospedale le prime parole di Christian Eriksen dopo il malore

Christian Eriksen sta meglio, ma deve ancora sottoporsi ad accertamenti medici: sui social le prime parole del calciatore danese

/
SportFair

Sono trascorsi due giorni da quel terribile Danimarca-Finlandia che ha spaventato il mondo intero. Le immagini di Christian Eriksen che sviene in campo e resta a terra con lo sguardo perso nel vuoto sono difficili da dimenticare, così come nessuno dimenticherà mai l’eroico capitano Kjaer che ha soccorso per primo il suo compagno, coinvolgendo poi tutta la squadra nel proteggere il calciatore dell’Inter e creargli una barriera attorno.

Eriksen è salvo! Poteva andare peggio, molto peggio: il calciatore danese poteva morire, era morto, ma poi miracolosamente il battito è tornato. Eriksen è stato trasportato subito in ospedale dove è ancora oggi ricoverato e dove si sta indagando sul malore accusato in campo. E’ stato un arresto cardiaco, ma i medici vogliono capire cosa lo ha causato.

Intanto, sui social, questa mattina, in tantissimi hanno sorriso vedendo la foto pubblicata da Eriksen. Sorriso e pollice all’insù e dolci parole di rassicurazione: “Ciao a tutti. Grazie mille per i vostri dolci e fantastici saluti e messaggi da tutto il mondo. Significa molto per me e la mia famiglia. ️🙏 Sto bene, date le circostanze. Devo ancora fare degli esami in ospedale, ma mi sento bene. Adesso tiferò per i ragazzi della Danimarca nelle prossime partite“, ha scritto Eriksen su Instagram.