Importante svolta per Larissa Iapichino, sarà suo padre ad allenarla! L’ex tecnico: “mi libero della compagnia di brutte persone”

Larissa Iapichino decide di cambiare allenatore e mettersi nelle mani del padre Gianni: le parole dell'ex tecnico dell'azzurra e le motivazioni che l'hanno portata a questa scelta

SportFair

Larissa Iapichino è il futuro dell’atleta italiana, ma anche il presente. La giovanissima, figlia di Fiona May, ha ottenuto risultati davvero strabilianti, con una crescita importante negli ultimi anni. Adesso, però, è arrivato il momento per l’atleta italiana di fare un drastico cambiamento.

Larissa Iapichino ha infatti deciso di cambiare allenatore e mettersi sotto la guida di suo padre Gianni e dire addio a Cecconi. Una scelta fatta non solo in vista di Tokyo 2020 ma soprattutto in vista dei Mondiali juniores di Nairobi, che si svolgeranno dopo le Olimpiadi, a fine agosto. Una decisione che era nell’aria da un po’ di tempo ormai e che ha lasciato un po’ di amaro in bocca in Gianni Cecconi che non ha nascosto la sua delusione: “sono amareggiato. Ma la decisione non mi stupisce. Era nell’aria da tempo. L’avevo capito, certo. Da terze persone… Averle fatto vincere tutto quello che ha vinto in questi 4 anni evidentemente non è bastato. Una scelta coraggiosa, sì. E poco intelligente, a questo punto della stagione. Però non credo sia frutto della sua testa. Il risultato del Golden Gala può aver influito? Può darsi. Io sapevo che sarebbe andata a finire così, pensavo solo durasse un po’ di più. Non credevo certo che alla prima controprestazione potesse crollare il mondo. Ci si dimentica forse che Larissa ha avuto gli esami di maturità e sempre, nel suo percorso scolastico, ha faticato tra maggio e giugno. Paradossalmente i 6.91 di quest’inverno l’hanno messa in difficoltà e hanno remato anche contro di me. Quel risultato stratosferico ha creato attorno a lei delle aspettative fortissime: il quinto posto agli Euroindoor è sembrato quasi una disfatta… Sono stati anni di soddisfazioni. E pieni di difficoltà, per l’ingerenza, sin dall’inizio, di un genitore. Chi ora la seguirà dal punto di vista tecnico. Se non altro mi libero della compagnia di brutte persone. E vorrà dire che ora avrò più tempo per me“.

Le parole di Larissa Iapichino

Foto di Leszek Szymanski / Ansa

Sono molto grata a Gianni Cecconi per il lavoro svolto insieme. Le soddisfazioni sono state numerose e abbiamo anche superato alcuni momenti difficili. Oggi però sento di volermi mettere in gioco e trarre nuove motivazioni. Il mio obiettivo principale sono i Mondiali under 20. Sono ovviamente emozionata e felice di poter partecipare alle Olimpiadi, che prepareremo con cura per dare il meglio. Il massimo sarebbe poter entrare in finale, ma non è certo scontato, dati i valori in campo. Ho individuato in mio padre la guida per il mio percorso futuro. Ho scelto la via più difficile. Abbiamo caratteri simili e so già che non mancherà lo scontro, tuttavia la mia fiducia è totale, nella sua esperienza tecnica e nella sua capacità di trarre il meglio da me nelle situazioni più difficili. So che l’ho investito di una enorme responsabilità e in un momento delicato della stagione, ma questo è il mio sentimento“.