Charles Leclerc e la partita di calcetto all’oratorio di Vallecrosia, l’arrivo in Ferrari e la promessa ai tifosi tra un autografo e una foto: “lo vinceremo il Mondiale”

Charles Leclerc, un ragazzo come tanti altri, educato e disponibile: ieri la partitella all'oratorio di Vallecrosia, tra promesse ai fan e autografi e selfie

Charles Leclerc è un pilota apprezzatissimo non solo per il suo talento e la sua guida in pista, ma anche per la sua persona. Il monegasco della Ferrari è infatti un giovane ragazzo come tanti altri, nonostante il ricco stipendio ed i suoi weekend ricchi di adrenalina in pista.

Quando Charles, però, ha un po’ di tempo libero, ne approfitta per divertirsi proprio come tutti i ragazzi, coltivando le sue più grandi passioni. Tra queste spicca anche il calcio, al quale Leclerc non vuole proprio rinunciare. Il monegasco spesso nel paddock ama riscaldarsi palleggiando e facendo qualche scambio con qualche amico o membro dello staff Ferrari, inoltre è sempre presente alla Partita del Cuore, dove quest’anno ha segnato con la maglia della squadra dei “Campioni per la Ricerca”.

La partitella all’oratorio di Vallecrosia

leclerc a vallecrosiaLeclerc, quindi, ha approfittato della settimana di pausa dalle gare per divertirsi un po’ con gli amici. Ieri il monegasco è stato protagonista di una partita all’oratorio dei salesiani di Vallecrosia, in provincia di Imperia, rigorosamente col numero 16 sulla schiena. Il monegasco ha affittato, come tutti i ragazzi fanno, il campetto, che costa 50 euro l’ora, pagando la sua quota di 5 euro per un po’ di sano e puro divertimento col pallone.

leclerc a vallecrosiaE’ la terza volta che Leclerc gioca a Vallecrosia con i suoi amici e, inevitabilmente, all’oratorio Don Bosco sono accorsi tantissimi fan per fare il tifo anche in campo per il giovane monegasco e per chiedergli autografi e foto.

Leclerc, nonostante la stanchezza post partita, si è reso disponibile e con cordialità ed il sorriso stampato in volto, nonostante la mascherina, ha accontentato tutti i suoi tifosi, soprattutto i più piccolo, firmando autografi, scattando selfie e rispondendo alle loro domande.

leclerc a vallecrosiaNon è mancata una promessa ai tifosi ferraristi: “il Mondiale? Si che lo vinciamo, forse non che quest’anno, però ci arriviamo“. Leclerc ha poi salutato i fan, facendo capire però che tornerà presto a Vallecrosia: ha infatti chiesto a che ora chiudono i ristoranti per potersi fermare, la prossima volta, anche per una cena post partita.

leclerc a vallecrosiaUn ragazzo semplice, un ragazzo come tanti altri, il ragazzo della porta accanto, che poi, però, torna a casa a Monaco con una Ferrari Roma nera mozzafiato con un motore V8 da 620 cavalli.