Malore Eriksen, il racconto del medico che lo ha soccorso: “si è aggrappato alla vita, improvvisamente non c’era più battito”

Morten Boesen, medico della Nazionale danese, racconta i momenti di terrore vissuti in campo a causa del malore di Eriksen: ecco cosa è successo

SportFair

Eriksen trascorrerà la notte in ospedale dopo il malore di oggi durante la sfida tra Danimarca e Finlandia, ma sembra che il peggio sia ormai passato. Il calciatore danese dell’Inter ha perso i sensi a pochi minuti dal termine del primo tempo del match, svenendo in campo. Kjaer, che ha prontamente soccorso il suo compagno di squadra ha subito chiesto l’intervento dei medici che sono accorsi in campo aiutare Christian.

Ad Eriksen è stato fatto un massaggio cardiaco e successivamente il calciatore danese è stato trasportato in ospedale per degli accertamenti.

Il calciatore nerazzurro ha rischiato grosso: il medico che lo ha soccorso ha infatti raccontato di come all’improvviso sia scomparso il battito.  “Siamo stati chiamati quando Eriksen è caduto a terra: quando siamo entrati in campo stava respirando e abbiamo controllato il suo polso: c’era battito, poi all’improvviso non l’abbiamo più sentito. E abbiamo cominciato a intervenire per tenerlo in vita. Per fortuna lui si è aggrappato alla vita”, queste le parole di Morten Boesen, medico della Nazionale danese.