Gli Europei di ciclismo su pista rinviati ad ottobre: per gli italiani nessun evento internazionale prima di Tokyo 2020

Brutte notizie per gli italiani del ciclismo su pista: gli Europei rimandati ad ottobre, non avranno alcuna gara internazionale prima delle Olimpiadi di Tokyo 2020

Brutte notizie per gli atleti di ciclismo su pista in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’Unione Europea di ciclismo ha annunciato oggi la nuova data degli Europei su pista, dopo la cancellazione dell’evento in programma a Minsk dal 23 al 27 giugno: la rassegna europea si terrà ad Ottobre, quindi i ciclisti italiani non parteciperanno ad alcuna competizione internazionale prima delle Olimpiadi di Tokyo.

La nota dell’Uec

A seguito della cancellazione dei Campionati Europei Track Elite inizialmente previsti dal 23 al 27 giugno 2021, l’Union Européenne de Cyclisme ha riprogrammato l’evento nel calendario UCI della seconda settimana di ottobre 2021 (da confermare dal 5 o 6 al 9 o 10 Ottobre).

Poiché l’emergenza sanitaria da COVID continua, e soprattutto a causa delle attuali procedure per viaggiare tra i vari paesi, spostare i Campionati a ottobre consentirà alle squadre nazionali di gestire meglio i trasferimenti e dare abbastanza tempo al nuovo organizzatore per preparare adeguatamente l’evento.

Per quanto riguarda la sede, l’Union Européenne de Cyclisme è in contatto con alcune Federazioni Nazionali per elaborare la migliore soluzione, che sarà resa nota nei prossimi giorni”, questa la nota dell’Uec per annunciare la nuova data degli Europei su pista.

Una notizia non troppo piacevole per gli italiani, che non potranno confrontarsi e mettere alla prova con colleghi e rivali in gare internazionali prima delle Olimpiadi di Tokyo 2020.