Prima lo Scudetto e poi la separazione, Djordjevic e la Virtus Bologna si dicono addio

Sasha Djordjevic non è più l'allenatore della Virtus Bologna, l'annuncio ufficiale è arrivato con una nota pubblicata dal club sul proprio sito

SportFair

La notte di Anversa e il 16° Scudetto, conquistato al termine di una Finale dominata in lungo e in largo contro l’Olimpia Milano.

Virtus Bologna
Foto di Serena Campanini / Ansa

Sono questi i ricordi più belli che la Virtus Bologna e Sasha Djordjevic conserveranno del periodo trascorso insieme, durante il quale è nato e si è cementato un rapporto che va al di là dell’aspetto lavorativo. Una parentesi arrivata alla sua naturale conclusione, con un contratto in scadenza non rinnovato nonostante il titolo italiano appena vinto. Le strade della Virtus Bologna e di Djordjevic dunque si separano, ma lo fanno nel miglior modo possibile, ossia con uno Scudetto che rimarrà per sempre nella storia del club emiliano.

La lettera d’addio

Con parole dolci e dirette la Virtus Bologna ha voluto dire addio al proprio ex allenatore, salutandolo con una lettera davvero commovente:

Grazie Sasha,
Grazie per le soddisfazioni e per le vittorie raggiunte insieme. La notte di Anversa e la conquista del 16° Scudetto sono ricordi indelebili che rimarranno per sempre nella storia di questo glorioso Club. Tutto il Club bianconero desidera ringraziarti per la passione con cui hai affrontato ogni giorno in Casa Virtus e augurarti il meglio per il tuo futuro professionale.

Luca Baraldi (Amministratore Delegato Virtus Pallacanestro Bologna).

Il possibile sostituto

Salutato Sasha Djordjevic, la Virtus Bologna ha già deciso chi sarà il suo sostituto: si tratta di Sergio Scariolo. L’allenatore italiano arriva dopo l’ultima esperienza in NBA a Toronto, dove nel 2018 ha conquistato l’anello nel ruolo di assistant-coach. A breve dovrebbe arrivare la firma sul contratto triennale e la conseguente ufficialità, che darà il via ad un nuovo capitolo della carriera di Sergio Scariolo.