I club della Superlega ‘graziati’ dalla Uefa, in caso di sanzioni Ceferin avrebbe rischiato l’arresto

Bomba del New York Times, che ha rivelato come Ceferin avrebbe rischiato l'arresto se la Uefa avesse punito Juventus, Real Madrid e Barcellona per il caos Superlega

Un buco nell’acqua. Così può essere definita la campagna di Fifa e Uefa contro i club superstiti della Superlega, soprattutto dopo la decisione della Commissione di Appello della Federazione Europea di sospendere ogni procedimento disciplinare nei confronti di Juventus, Real Madrid e Barcellona.

ceferin agnelli
Foto di Fabio Frustaci / Ansa

Nessuna sanzione dunque per le tre società che sono rimaste a far parte della Superlega, la competizione alternativa alla Champions League a cui inizialmente avevano aderito le big d’Europa, salvo poi compiere un repentino dietrofront. Solo tre i club rimasti fermi sulle proprie posizioni, rischiando sanzioni da parte di Uefa che Fifa che tuttavia non arriveranno, come confermato dal comunicato pubblicato ieri.

Rischio d’arresto

Ceferin
Foto di Antonio Bat / Ansa

A rendere ancora più grottesca questa situazione è stato il retroscena emerso nelle ultime ore, secondo cui Aleksander Ceferin, presidente dell’Uefa, avrebbe rischiato l’arresto se avesse portato avanti la caccia ai “traditori”. Un’indiscrezione rivelata da Tariq Panja, giornalista del New York Times, riportata in Italia anche da Eurosport: “la Uefa non se l’è sentita di infliggere sanzioni a Juventus, Real Madrid e Barcellona a causa di quanto stabilito dal Tribunale di Madrid all’indomani del progetto SuperLega” l’ammissione di Panja. “Se i club fossero stati puniti, le autorità spagnole avrebbero potuto arrestare Ceferin & co“. Una rivelazione sconvolgente che, se fosse vera, spiega il motivo per cui la Uefa ha deciso di sospendere ogni procedimento contro Juve, Real e Barça permettendogli di partecipare alla prossima Champions League.