Matteo Berrettini prende a pallate Ruud, la finale nel Masters 1000 di Madrid è realtà

Matteo Berrettini supera Casper Ruud in due set e accede alla finale del Masters 1000 di Madrid, dove affronterà il tedesco Zverev

Matteo Berrettini conquista la finale del Masters 1000 di Madrid, compiendo un autentico capolavoro nel match contro Casper Ruud. Il numero 1 azzurro prende letteralmente a pallate il proprio avversario, annientandolo dal primo all’ultimo punto sotto tutti i punti di vista.

Foto di Andrej Cukic/ Ansa

Una prestazione perfetta quella di Berrettini, che non lascia scampo al norvegese e lo stende con il punteggio di 6-4, 6-4 dopo un’ora e ventuno minuti di partita. Una gara a senso unico, condotta dal tennista italiano senza alcun patema soprattutto nel secondo set, nel quale Ruud non riesce letteralmente a giocare. Nella sua prima finale in un Masters 1000 in carriera Matteo Berrettini se la vedrà con Alexander Zverev, capace di battere in semifinale Dominic Thiem.

Le parole di Berrettini

berrettini
Foto di Andrej Cukic/ Ansa

Felice e soddisfatto nel post-gara Berrettini, che si è detto impaziente di sfidare Zverev in finale: “la sconfitta a Roma, quando ero avanti al terzo mi è rimasta nella testa per un po’. Ma con stasera credo di averla cancellata… Sono contento di come ho giocato, e ho davvero voglia di godermi la prima finale di un 1000 in carriera. Zverev in forma? Per questo ho voglia di affrontarlo, di vedere come sto, di misurarmi in un match così importante. Bisognerà avere l’atteggiamento giusto, sempre presente a me stesso. Ci sto lavorando molto con Stefano Massari, il mio mental coach. L’obiettivo è essere, passatemi il termine, cazzuto“.