Mantova, un 24enne tenta il suicidio lanciandosi da un ponte: i canoisti azzurri lo salvano miracolosamente

Un ragazzo di 24 anni ha tentato il suicidio a Mantova gettandosi da un ponte sul fiume Mincio, gli azzurri della canoa lo hanno visto e sono riusciti a salvarlo

Un gesto che vale più di una vittoria, un intervento provvidenziale che assume un valore più alto di qualsiasi medaglia d’oro. Gli atleti della Nazionale Italiana di canoa velocità sono riusciti questa mattina a salvare la vita ad un 24enne, lanciatosi da un ponte sul fiume Mincio nel tentativo di suicidarsi. I canoisti, impegnati nelle acque di Mantova per allenarsi in vista degli Europei, si sono accorti del ragazzo e pensando ad uno scherzo si sono avvicinati a lui. Una volta sul posto la situazione è apparsa subito chiara, con il giovane vestito con abiti pesanti e in difficoltà nel rimanere a galla. Immediato l’intervento di Luca Beccaro, riuscito a issare il ragazzo sulla prua della sua canoa mentre gli altri cercavano di tranquillizzarlo.

Il racconto

Poco dopo sul posto è arrivato il motoscafo con a bordo il ct Perri che, una volta caricato l’aspirante suicida, lo ha riportato a riva dove ad attenderlo c’erano i carabinieri e un’ambulanza. Questo il racconto di Luca Beccaro subito dopo il salvataggio: “è stata una fortunata coincidenza che ci trovassimo lì in quel momento. Siccome c’era vento, ci siamo diretti verso la città per essere più riparati. L’uomo era molto spaventato e ho cercato di farlo sedere sulla mia canoa, abbiamo anche rischiato di cadere entrambi ma per fortuna è andata bene“.