Smalling rapinato, il calciatore rassicura i fan e si rivolge ai ladri: “entrati in camera da letto puntandoci le pistole in testa”

Smalling e la compagna Sam rassicurano tutti i fan dopo la rapina avvenuta nella loro villa di Roma: le parole del calciatore giallorosso sui social

Terribile disavventura per Chris Smalling: il calciatore della Roma che non è sceso in campo all’Olimpico giovedì sera nel ritorno dei quarti di finale di Europa League contro l’Ajax, è stato rapinato da tre ladri che hanno fatto irruzione nella sua abitazione a Roma sull’Appia Pignatelli.

chris smalling
Foto di Riccardo Antimiani / Z72/ Ansa

A soli due giorni dall’accaduto, il difensore inglese la moglie Sam hanno voluto ringraziare e rassicurare tutti i fan: “volevo ringraziare tutti per i messaggi di vicinanza e di supporto! La mia famiglia, sebbene molto scossa, è illesa. Spero che queste persone possano trovare un modo più significativo per vivere le loro vite, senza causare danni o angoscia agli altri“, ha scritto in una storia Instagram Smalling.

Grazie a tutti per il supporto. Anche se ancora un po’ scossa, la mia famiglia sta bene. Vorrei solo suggerire che coloro che vivono le loro vite come quella di questi ladri, entrando nella nostra camera da letto puntandoci pistole alla testa, ripensino alle loro scelte e vivano in modo piu’ dignitoso, rispettabile e consapevole, come uomini veri e non topi (irrispettoso per i ratti, lo so). Immagino che le loro vite non sono state semplici ma c’e’ sempre un’altra strada“, queste invece le parole di Sam, compagna del calciatore giallorosso.

LA RICOSTRUZIONE