Evans provoca, Musetti lo zittisce: “mi ha trattato da ragazzino, me ne frego perché ho vinto”

Lorenzo Musetti ha conquistato i quarti di finale del torneo ATP di Cagliari, battendo Evans in tre set e accusandolo di averlo trattato in modo scorretto

Grandissima vittoria di Lorenzo Musetti nel torneo ATP di Cagliari, il tennista azzurro supera Daniel Evans e si guadagna il pass per i quarti di finale, imponendosi con il punteggio di 6-1 1-6 7-6(8) al termine di una sfida che ha regalato spettacolo e colpi di scena.

lorenzo musetti
Foto di David Guzman/ Ansa

Un successo prestigioso quello del giocatore italiano, capace di estromettere la testa di serie numero 1 del torneo annullando addirittura 4 match points e prendendosi d’autorità una vittoria complicatissima. Nei quarti di finale, Lorenzo Musetti se la vedrà adesso con il vincente del match tra Djere e Millman, in campo nel tardo pomeriggio.

Roulette russa

musetti
Foto di David Guzman/ Ansa

Lorenzo Musetti ha commentato nel post-gara l’esito dell’incontro, esprimendo ai microfoni di Supertennis le sue sensazioni: “oggi non era facile con questo vento che dà molto fastidio. Nel primo set sono riuscito a restare concentrato, poi nel secondo ho preso subito break e mi è girato male qualche punto, mi sono innervosito, ma sono rimasto lì tutti i punti. Ho avuto il match-point sul 30-40 in risposta, ma oggi facevo molta fatica perché lui veniva a rete e copriva bene. Son stato bravissimo a rimanere lì anche sotto 6-3 al tiebreak, ad annullare quattro match point e chiudere in bellezza spaccando la racchetta. Oggi potevo perderlo. L’ho iniziato male, ho sbagliato subito un rovescio, con ancora il match-point in testa. Il tiebreak è una roulette russa e può capitare di tutto. Bisogna stare lì e crederci su tutti i punti, sperare nella fortuna che oggi è stata dalla mia parte. Sia il servizio sia la smorzata oggi sono state importanti per me”.

Accuse a Evans

lorenzo musetti
Foto di David Guzman/ Ansa

Non è mancata nemmeno la polemica nei confronti del proprio avversario, accusato da Musetti di avergli mancato di rispetto: “ci son state scintille, ma non iniziate da parte mia, visto che c’è molto rispetto per l’altro giocatore. Sinceramente anche se sono un ragazzino, non mi sembra giusto essere trattato in questo modo. Oltrepasso, lui si ritiene più esperto, ma non mi interessa perché ho vinto. Il suo atteggiamento non molto corretto, mi ha infastidito molto. Ci tengo a dirlo. Alla fine son rimasto lì e ho lottato tutti i punti. Facevo fatica a rispondere quando scendeva a rete, copriva bene il campo”.