Sinner si avvicina ai grandi! Il giovane azzurro nella top 20 dopo Monte-Carlo: è il 2° migliore italiano, superato Fognini

Jannik Sinner nella top 20 a soli 19 anni: anche i big 3 hanno fatto il suo stesso percorso. L'altoatesino supera Fognini e adesso è il 2° migliore italiano

Il torneo ATP Masters 1000 di Monte-Carlo ha regalato spettacolo puro, tante emozioni e colpi di scena. E’ stato Stefanos Tsitsipas, alla fine, ad aggiudicarsi il titolo, battendo in finale il russo Rublev. I due giovani hanno fatto un percorso perfetto e pulito e mentre loro percorrevano la loro strada verso la finale, grandi campioni come Djokovic e Nadal venivano eliminati, così come anche Fabio Fognini, che era il campione in carica.

Jannik Sinner, dopo un esordio positivo contro Albert Ramos-Vinolas, steso in due set con il punteggio di 6-3, 6-4 in poco meno di 90 minuti, ha dovuto fare i conti con il numero 1 al mondo. Novak Djokovic ha trionfato senza troppe difficoltà contro il 19enne italiano che però, nonostante un po’ di delusione, è consapevole di dover ancora crescere e che il match contro il serbo è stata un’utilissima lezione per lui.

La posizione di Sinner

Nonostante la sconfitta al secondo turno, Jannik Sinner comunque è riuscito ad entrare nella top 20 del ranking mondiale: guadagnando tre posizioni, il giovane altoatesino adesso è 19° nella classifica ATP e diventa il 2° migliore italiano dopo Berrettini, ancora 10°, superando Fognini, che invece perde posizioni e scivola al 27° posto.

Un traguardo speciale, quello di Sinner, che segue lo stesso percorso dei big3: Djokovic, nella top 20, ci è entrato a 19 anni e 3 mesi circa, mentre il più giovane è stato Nadal, entrato tra i migliori 20 a 18 anni e 10 mesi circa.

I cambiamenti in top 10

L’unica variazione nella top 10 del ranking ATP riguarda il sorpasso di Rublev, finalista a Monte-Carlo, ai danni di Federer. I russo si prende infatti la settima piazza, mentre Stefanos Tsitsipas, vincitore del suo primo Masters 1000, puntella la sua quinta posizione. Djokovic resta al vertice della classifica, ritoccando il suo record e raggiungendo le 317 settimane da numero 1.

Per quanto riguarda gli altri italiani, in leggero calo Lorenzo Sonego (32°, -4), guadagnano posizioni invece Stefano Travaglia (da 67° a 63°) e Salvatore Caruso (da 89° a 81°), quindi Lorenzo Musetti (87°, -3), Marco Cecchinato (94°, -2), Andreas Seppi (96°, –) e Gianluca Mager (98°, -1).

Questa la nuova top 10 ATP

1. Novak Djokovic (Srb) 11873 (–)
2. Daniil Medvedev (Rus) 9850 (–)
3. Rafael Nadal (Esp) 9490 (–)
4. Dominic Thiem (Aut) 8615 (–)
5. Stefanos Tsitsipas (Gre) 7860 (–)
6. Alexander Zverev (Ger) 6125 (–)
7. Andrey Rublev (Rus) 5955 (+1)
8. Roger Federer (Sui) 5875 (-1)
9. Diego Schwartzman (Arg) 3720 (–)
10. Matteo Berrettini (Ita) 3453 (–)

Gli italiani

19. Jannik Sinner 2394 (+3)
27. Fabio Fognini 2048 (-9)
32. Lorenzo Sonego 1817 (-4)
63. Stefano Travaglia 1039 (+4)
81. Salvatore Caruso 928 (+8)
87. Lorenzo Musetti 899 (-3)
94. Marco Cecchinato 816 (-2)
96. Andreas Seppi 814 (–)
98. Gianluca Mager 813 (-1)