UFC, Marvin Vettori sfida Adesanya e distrugge Till: “è solo un cog***ne che parla dal divano”

Marvin Vettori è tornato ad analizzare la sua vittoria contro Holland, sfidando poi Adesanya e zittendo Till che lo aveva denigrato dopo l'ultimo successo

Cinque vittorie di fila e una voglia matta di lottare per il titolo mondiale dei pesi medi UFC, Marvin Vettori ha le idee chiare dopo il successo su Kevin Holland, che gli ha permesso di scalare il ranking e piazzarsi al terzo posto dietro l’australiano Whittaker e il brasiliano Costa. 

Una posizione che gli consente di essere tra i principali contender per la corona iridata, che dovrà sfilare dalla vita di Israel Adesanya. ‘The Italian Dream‘ si sente pronto per questa sfida, a certificarlo c’è la vittoria ottenuta nell’ultimo match, dove avrebbe dovuto sfidare Darren Till ma ha dovuto vedersela con Kevin Holland. Due avversari diversi, ma questo non ha condizionato Vettori, riuscito comunque a portare a casa la vittoria.

LEGGI ANCHE: Pokerissimo Vettori, quinta vittoria consecutiva per ‘The Italian Dream’: distrutto Kevin Holland

Accuse e punture

La vittoria di Vettori non ha per nulla impressionato Darren Till, intervenuto per denigrare il fighter italiano, protagonista ai microfoni di Gazzetta di una replica piuttosto piccata: “Till è un coglione che parla dal divano. Negli ultimi tre anni ha vinto una sola volta per split decision, non si presenta agli incontri, è inutile parlare di lui. Il trash talking di Holland? Non so cosa mi abbia detto, ma non mi ha dato fastidio perché nemmeno lo ascoltavo. Anzi, tra me e me dicevo: finora non ha parlato, se comincia adesso è perché non ce la fa più, buon segno“.

LEGGI ANCHE: Quanti soldi ha vinto Vettori battendo Holland? Cifra ‘ridotta’ a causa della… poca spettacolarità del match

Match poco spettacolare

Marvin VettoriStuzzicato sul fatto di non aver dato spettacolo sull’ottagono, Vettori ha replicato: “chi la pensa così non ha cultura sportiva, le Mma sono anche questo. Lavorare sullo stile dell’avversario è fondamentale, non posso mica prendermi il doppio dei rischi solo per dare lo spettacolo che la gente vuole. Facendo un match differente non solo mi sarei esposto a quello che lui sa fare meglio, ma mi sarei anche privato di un’arma in cui sono nettamente superiore. Sa cosa? L’avrei menato anche in piedi, ma sarebbero stati rischi in più e per fare un favore a chi? Poi ho anche centrato il record di maggior controllo del match a terra su cinque round, dunque sono soddisfatto“.

La sfida con Adesanya

Infine, Vettori ha chiesto a gran voce la sfida con Adesanya per il titolo mondiale dei pesi medi UFC: “voglio Adesanya, tutta la vita. E penso proprio che me lo daranno. Ho visto bene il suo ultimo match contro Blachowicz nei massimi leggeri, non ha fatto una gran prestazione, credo sia battibile. Sarà diverso dalla prima volta, imposterei l’incontro in maniera totalmente diversa. Match in Italia? Un sogno realizzabile ma durissimo. Però sono convinto che prima o poi ci riuscirò a portare nel mio Paese sia la cintura di campione e che una card Ufc. Considero un grandissimo onore portare l’Italia con me sull’ottagono. Voglio pensare di essere la rappresentazione dello spirito combattivo che ha sempre contraddistinto questo popolo“.