Sinner perde la finale a Miami, ma si dimostra un gran signore: “bravo Hubi, sono orgoglioso di te”

Jannik Sinner ha espresso tutta la sua amicizia e ammirazione per Hurkacz, nonostante la sconfitta maturata al termine della finale del Masters 1000 di Miami

Sfuma il successo al Miami Open ma non la signorilità di Jannik Sinner, che si dimostra per l’ennesima volta non solo un ottimo giocatore ma anche un grande uomo fuori dal campo.

Sinner
Foto di Rhona Wise / Ansa

Nonostante la rabbia e l’amarezza per la sconfitta subita contro Hubert Hurkacz nella finale del Masters 1000 di Miami, il 19enne di San Candido regala parole di stima e affetto per il proprio avversario, indicandolo come il migliore amico nel circuito. Frasi dolci e sorprendenti quelle di Sinner, che conferma il suo grande cuore soprattutto in una situazione difficile e triste.

LEGGI ANCHE: Hurkacz cancella il sogno di Sinner, ma non chiamatela delusione…

Le parole di Sinner

Foto di Rhona Wise / Ansa

Presentatosi sul palco dopo la finale del Masters 1000 di Miami, Sinner ha espresso parole d’elogio per Hurkacz: “prima di tutto Hubi congratulazioni, hai mostrato tutto il tuo talento. Sono orgoglioso della persona che sei, sei il mio miglior amico del circuito e spero che giocheremo ancora il doppio insieme. Congratulazioni al tuo team, stai facendo un gran lavoro e sono sicuro che avrai un grande futuro. Complimenti al direttore James Blake e a tutti gli organizzatori del torneo. Purtroppo è un momento triste per tutto quello che sta succedendo nel mondo, grazie per aver reso possibile questo torneo e per aver portato un po’ di pubblico. E’ importante per tutti noi giocatori. Ringrazio il mio team, oggi semplicemente non è stata la nostra giornata. Torneremo sicuramente più forti”.