MotoGP, Joan Mir all’attacco di Marc Marquez: “agisce in maniera pericolosa, ma nessuno lo penalizza”

Joan Mir si è scagliato contro Marc Marquez per l'atteggiamento avuto dallo spagnolo nel corso della Q1 delle Qualifiche del GP del Portogallo

SportFair

Il ritorno in pista di Marc Marquez non è stato accolto con molto favore da Joan Mir, infastidito dal comportamento dello spagnolo della Honda HRC tenuto nel corso delle Qualifiche del GP del Portogallo. Il rider della Suzuki si è lamentato perché il connazionale ha sfruttato in due occasioni la sua scia in Q1, guadagnando un cospicuo vantaggio utilizzato per accedere al Q2.

Marc Marquez
Foto di Jose Sena Goulao / Ansa

Una mossa criticata dal campione del mondo senza mezzi termini: “sappiamo già che a Marc piace fare queste cose, si mette dietro a qualcuno e fa questo gioco, in qualifica lo ha fatto con me e altre volte lo fa con altri. Però per questo in Moto3 si infliggono penalità, a lui no. E’ uscito abbastanza fuori, ha tagliato, si è messo dietro, mi ha dato fastidio nel mio primo giro lanciato perché è uscito lento. Ho perso il mio giro, poi ha tirato, si è approfittato della mia scia… questo in Moto3 viene penalizzato e anche in Moto2. Ma qui in MotoGP ancora no“.

LEGGI ANCHE: MotoGP, la preoccupazione di Marquez: “non so se riuscirò a finire la gara”

Botta e risposta

Foto di Roma Rios/ Gr/ Ansa

Joan Mir ha proseguito poi nella sua invettiva: “non penso che debba essere penalizzato, ma queste azioni sono pericolose anche in MotoGP, non solo in Moto3. Alla fine va abbastanza lento, dà fastidio a me nel mio giro veloce e penso che bisogna fare qualcosa. Non voglio nemmeno parlare troppo di questa cosa, ho fatto il mio, ho segnato il mio tempo e basta“. A stretto giro di posta è arrivata poi anche la replica di Marc Marquez: “avevo bisogno di un aiuto e l’ho cercato. Sono andato a cercare il migliore, il campione del mondo. Capisco che possa far arrabbiare il pilota che è davanti, come molte volte è successo a me. Ma questa è la MotoGP“.