Masters 1000 di Monte-Carlo, Djokovic annienta Sinner e poi lo esalta: “è già il presente del nostro sport”

Novak Djokovic ha elogiato Jannik Sinner per la prestazione fornita nei sedicesimi di finale del Masters 1000 di Monte-Carlo, dedicandogli parole esaltanti

E’ durata poco più di un’ora e mezza la sfida tra Novak Djokovic e Jannik Sinner nei sedicesimi di finale del Masters 1000 di Monte-Carlo, un match a senso unico vinto senza problemi dal numero uno del ranking ATP, capace di cancellare tutte le certezze accumulate dal giocatore azzurro nelle ultime settimane. Una sfida dall’esito mai in discussione, in cui comunque Sinner ha provato a difendersi con colpi pregevoli che hanno sorpreso Djokovic in alcune occasioni. Un’uscita dal torneo a testa alta quella del 19enne di San Candido, elogiato nel post-gara anche dal numero uno del mondo.

LEGGI ANCHE: Masters 1000 di Monte-Carlo, lezione di Djokovic a Sinner: l’azzurro si arrende in due set

Le parole di Djokovic

jannik sinner
Foto di Sebastien Nogier/ Ansa

Il serbo ha usato parole al miele per Sinner subito dopo la vittoria ottenuta nei sedicesimi di finale del Masters 1000 di Monte-Carlo, sottolineando come l’azzurro sia già il presente del tennis internazionale: “vivo a Montecarlo, mi alleno in questo club. E’ bello quindi giocare a casa. E’ stato un buon debutto. Oggi sapevo di dover rimanere concentrato su ogni punto. Sinner è in forma, è arrivato in finale a Miami. E’ un giocatore a tutto campo, in grado di colpire alla grande su ogni tipo di superficie. Jannik è il futuro del nostro sport, anzi forse è già il presente“. Chiusa la parentesi monegasca, Sinner adesso tornerà in campo la settimana prossima a Barcellona, mentre la partecipazione all’ATP di Monaco di Baviera non è stata ancora confermata. Certamente l’azzurro parteciperà ai prossimi due Masters 1000 sulla terra rossa che disputeranno a Madrid e Roma.