Superlega, Juventus e Milan nei guai. L’avvertimento di Ceferin: “non giocheranno in Champions”

Ceferin avverte i club che non sono ancora usciti dalla Superlega: il duro messaggio del presidente dell'Uefa

SportFair

La Superlega fa ancora discutere, dopo il caos che ha fatto scattare qualche giorni fa nel mondo del calcio. Alcune squadre ancora fanno parte della Lega e rischiano grosso. Ceferin, Presidente dell’Uefa, infatti, ha lanciato un messaggio duro e diretto alle squadre ancora coinvolte nella Superlega.

Chiunque continui a essere coinvolto nella Superlega, in futuro non potrà giocare nelle competizioni Uefa“, ha comunicato tramite il portale “Der Spiegel”,

Le nostre competizioni saranno fantastiche anche senza queste quattro squadre. Adesso possiamo dire che se qualcuno vuole essere egoista, può provare a fare di nuovo la Superlega. Ma ci hanno già provato una volta e hanno fallito!“, ha continuato il numero 1 dell’Uefa.

“Sebbene la Superlega sia implosa dopo essere stata rapidamente abbandonata dalla maggior parte dei partecipanti, Real Madrid, Barcellona, Juventus e Milan non hanno lasciato il progetto. I dirigenti potrebbero subire alcune conseguenze. È chiaro che i club dovranno decidere se sono un club di Superlega o se sono un club europeo. Nel primo caso, ovviamente, non giocheranno in Champions League. Se sono pronti a farlo, possono giocare nella loro competizione. Stiamo ancora aspettando la perizia legale e poi diremo, ma tutti dovranno affrontare le conseguenze per le loro decisioni, e lo sanno bene. C’è pero’ una situazione molto diversa tra i club che hanno ammesso il proprio errore e hanno abbandonato il progetto e gli altri, che invece non vogliono credere che tutto sia finito nonostante lo sappiano”, ha concluso.

Condividi