La Ferrari va di fretta, la macchina del 2022 è già pronta: c’è la conferma di Mattia Binotto

Mattia Binotto ha confermato come la Ferrari del 2022 sia già pronta al computer e il team abbia già avuto i primi riscontri in galleria del vento

Il Mondiale 2021 è appena iniziato, ma la Ferrari è già proiettata sulla stagione che verrà considerando i nuovi regolamenti tecnici che rivoluzioneranno le monoposto di Formula 1.

Binotto
Foto di Srdjan Suki / Ansa

Nonostante questo campionato sia solo alla seconda tappa, Mattia Binotto non ha esitato a confermare come la maggior parte degli sforzi del team di Maranello siano concentrati sul 2022, anno in cui la Ferrari ha intenzione di tornare a vincere. Ciò non vuol dire che il 2021 verrà lasciato in balìa degli eventi, ma la priorità resta comunque la prossima stagione.

LEGGI ANCHE: Formula 1, incidente per Leclerc a Imola: il VIDEO

“Macchina già pronta”

Mattia Binotto ha parlato dei progetti della Ferrari ai microfoni di Sky Sport, sottolineando come la macchina del 2022 sia già pronta al computer: “questa è una stagione molto difficile, il 2022 è la nostra priorità assoluta. Dobbiamo anche fronteggiare il budget cup, affrontare il tetto di spesa, decidere come mettere le priorità, le risorse e i nostri sforzi. La macchina è già pronta al computer, si sta già vedendo in galleria del vento, poi come sempre sono i dettagli che faranno la differenza, aerodinamici e di altro tipo”.

Il GP di Imola

Binotto
Foto di EPA/Zsolt Czegledi / Ansa

Soffermandosi poi sul fine settimana di Imola, Mattia Binotto ha sottolineato come la Ferrari stia già dando le prime importanti risposte: “i segnali sono incoraggianti in questo 2021, ma è ancora troppo presto per giudicare. La macchina è migliorata in rettilineo e in curva. Qui a Imola le condizioni sono molto diverse rispetto al Bahrain, ci sono delle condizioni fredde. Questa pista ci piace particolarmente, sappiamo anche quanto è importante per Ferrari, è una pista storica ed è ancora vicina a casa nostra, a pochi chilometri da Maranello”.