Dominga Lot, la prima donna ad arbitrare una Finale Scudetto di pallavolo maschile

Dominga Lot: da Treviso la prima donna ad arbitrare una finale scudetto di pallavolo maschile, chi è e come ha iniziato ad arbitrare

Svolta storica nella pallavolo maschile: ieri sera, in Gara 3 della Finale Scudetto di SuperLega Credem Banca, tra Perugia e Lube Civitanova, vinta 0-3 dalla squadra marchigiana, è stata la prima volta in cui una partita di Finale Scudetto di pallavolo maschile è stata arbitrata da una donna. Dominga Lot, di Treviso, è stata il secondo arbitro del match di ieri sera al PalaBarton, oltre a Rossella Piana, terzo arbitro e Francesca Righi, addetta al referto elettronico.

Le parole di Dominga Lot

Spero che questa sia la prima di una serie di occasioni che avranno altre ragazze-arbitro. Emozione? Certo la sentirò: perché se i giocatori e i club si giocano tanto in campo è lo stesso per noi. Questa, nella serie, sarà una partita che può fare da spartiacque, ma è lo stesso per noi. Può pesare tanto nella carriera. Quindi anche noi sentiamo le farfalle nello stomaco, alla stessa maniera di quello che accade agli atleti. A maggior ragione per quello che mi riguarda, visto che io ero giocatrice prima”, ha dichiarato Dominga Lot prima della partita di ieri sera.

L’inizio della carriera da arbitro

Dominga Lot gioca anche a pallavolo nei campionati provinciali, nel ruolo di Centrale-opposto e ha iniziato ad arbitrare su consiglio di una amica, mai pensando di raggiungere traguardi tanto importanti, come anche quello di qualche mese fa di prima italiana a diventare fischietto internazionale. “Un giorno la mia migliore amica, nonché palleggiatrice, Chiara, mi dice di provare a fare l’arbitro. Poco dopo un direttore di gara quando io vado a chiedere spiegazioni in una partita mi risponde “il regolamento dice così”. È bastata quella frase perché io cominciassi” ha aggiunto alla ‘rosea’.