Caso Durant-Rapaport, mano pesante dell’NBA: per KD arriva una multa salatissima

L'NBA ha deciso di comminare una multa salata a Kevin Durant per le frasi offensive rivolte nelle scorse settimane all'attore Rapaport: evitata la squalifica

L’NBA ha deciso di intervenire in relazione al caso Durant-Rapaport, comminando una salatissima multa al giocatore dei Brooklyn Nets per frasi “violente, offensive e dispregiative” utilizzate da KD.

Foto di Jason Szenes / Ansa

Una situazione di cui la franchigia NBA avrebbe fatto volentieri a meno, evitando di vedere la propria stella finire sotto i riflettori per colpa di un comportamento oltraggioso messo in atto nei confronti dell’attore. Le offese utilizzate da Durant confermano il suo carattere irascibile e impulsivo, che i Nets hanno sempre provato a tenere a freno per evitare di perderlo per squalifica. Stavolta a KD è andata bene, visto l’NBA ha deciso solo di multarlo.

La decisione dell’NBA

Foto di Jason Szenes / Ansa

In relazione al caso Durant-Rapaport, l’NBA ha deciso di comminare al numero 7 di Brooklyn una multa da 50.000 dollari, che tiene conto comunque delle scuse rivolte da Durant nei confronti dell’attore, oggetto di pesanti insulti nelle ultime settimane. Un sospiro di sollievo per i Nets, riusciti a evitare una squalifica che avrebbe prolungato l’assenza dal parquet della propria stella, ai box ormai da oltre un mese (21 partite) a causa di un problema alla parte posteriore della coscia.