Nuovi guai per Lance Armstrong, arrestato il figlio per violenza sessuale: avrebbe stuprato una 16enne

Il figlio di Lance Armstrong è stato arrestato dalla polizia americana per presunta violenza sessuale perpetrata ai danni di una ragazza minorenne all'epoca dei fatti

Nuova grana per Lance Armstrong, ma stavolta il suo passato non c’entra. L’ex corridore squalificato per doping deve fare i conti con l’arresto del figlio Luke, accusato di presunta violenza sessuale perpetrata nei confronti di una ragazza minorenne all’epoca dei fatti.

Le manette sono scattate per un episodio avvenuto nel 2018 ad Austin, quando il figlio di Armstrong aveva 18 anni e la vittima 16, dunque non ancora giunta alla maggiore età. Randy Leavitty, avvocato di Luke Armstrong, è intervenuto per ripulire l’immagine del proprio assistito, sottolineando come i rapporti sessuali siano stati sempre consenzienti: “quello che è successo tre anni fa non è stata una violenza sessuale, ma una relazione consensuale dopo la quale i due si sono separati. Queste accuse non avrebbero dovuto essere presentate, soprattutto dopo tre anni“.

LEGGI ANCHE: Ciclismo, Lance Armstrong attacca duramente Ivan Basso: la risposta dell’ex corridore italiano è da gran signore

La ricostruzione

La vittima del presunto stupro ha racconto alla polizia di aver chiesto un passaggio a Luke Armstrong per essere riaccompagnata a casa dopo una festa, ma il figlio dell’ex corridore l’avrebbe portata a casa del padre dove avrebbe abusato sessualmente di lei sfruttandone l’ubriacatura. Quest’ultima inoltre ha affermato di essersi svegliata su un divano nella casa in cui viveva Luke, dopo essere stata aggredita sessualmente. Il figlio di Armstrong ha ammesso in una telefonata di aver fatto sesso con la minore, assicurando al tempo stesso come i rapporti siano stati sempre consensuali.