La Juve ritrova la ‘Joya’ dopo 87 giorni, l’Inter suona la decima e si prende lo Scudetto

L'Inter batte il Sassuolo e amplia a 11 punti il vantaggio sul Milan secondo, la Juventus supera il Napoli nello scontro diretto e consolida il posto in Champions

Risultati identici. Tre punti a testa e obiettivi che si avvicinano. L’Inter stende il Sassuolo e vola a +11 sul Milan, la Juventus sorprende il Napoli e consolida la zona Champions, imponendosi nello scontro diretto grazie a Cristiano Ronaldo e a Dybala, che torna in campo dopo 87 giorni e ritrova subito il gol.

Pirlo
Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

Sorride Conte e lo fa anche Pirlo, con il primo che si avvicina al trionfo e il secondo che consolida la sua panchina, molto traballante negli ultimi giorni dopo l’incontro tra Agnelli e Allegri avvenuto a Forte dei Marmi. La risposta del Maestro è di quelle convincenti, fondamentale per mettere a tacere le critiche e riprendere in mano la Juventus, alquanto sfilacciata dopo i cattivi risultati delle ultime settimane e il festino di casa McKennie.

Joya Juventus

Ronaldo
Foto di Alessandro Di Marco / Ansa

Un pomeriggio teso ma al tempo stesso dolce quello della Juventus e in particolare di Paulo Dybala, che rientra in campo dopo 87 giorni e fa subito gol con un sinistro a giro che non lascia scampo a Meret. Una prodezza da far stropicciare gli occhi, un gol bellissimo che chiude la contesa all’Allianz Stadium e permette alla Juventus di vincere lo scontro diretto contro il Napoli, bucato nel primo tempo anche dal solito Cristiano Ronaldo. Una vittoria scaccia-crisi per i bianconeri e per Pirlo, tornato saldo in panchina grazie ai suoi campioni, riusciti stavolta a tirarlo fuori dai guai. Il rientro di Dybala consegna un’alternativa in attacco all’allenatore bianconero, un nuovo acquisto per questo rush finale che si preannuncia scoppiettante e spettacolare.

Decima sinfonia

Lautaro Martinez
Foto di Matteo Bazzi / Ansa

Per una Juventus che sorride c’è un’Inter che esulta, visto che la vittoria sul Sassuolo allarga il gap sul Milan a undici punti. Un divario pressoché incolmabile a questo punto del campionato, visto che mancano solo nove gare alla conclusione e la squadra di Conte non dà alcun segnale di distrazione. Quello contro i neroverdi è il decimo successo di fila per i nerazzurri, un filotto impressionante servito per marchiare a fuoco lo scudetto sulle maglie di Lukaku e compagni, anche oggi perfetti al cospetto di un Sassuolo spuntato ma comunque pericoloso. Big Rom e Lautaro Martinez mettono in ghiaccio il risultato, prima del sigillo finale di Traoré che serve solo a mettere il pepe sulla coda della partita. L’Inter si prende dunque i tre punti e si avvicina allo Scudetto, distante ormai solamente una manciata di punti.