Agguato al pullman del Palermo, distrutto a sassate un finestrino: la denuncia del club rosanero

Il bus del Palermo è stato preso d'assalto durante il trasferimento verso Bari, alcuni uomini hanno colpito con sassi il mezzo distruggendo un finestrino

Attacco violento e spregiudicato nei confronti del pullman del Palermo, danneggiato nei pressi di Messina da alcuni sassi scagliati da persone con il volto coperto. Sul mezzo fortunatamente non c’erano i giocatori rosanero ma solo l’autista, in viaggio verso Bari dove domani la squadra siciliana affronterà i biancorossi per la 36ª giornata del girone C di serie C. L’agguato è avvenuto nella serata di venerdì a Messina vicino all’imbarco dei traghetti per la Calabria, quando alcune persone si sono avvicinate al bus del Palermo e lo hanno colpito con numerosi sassi che hanno distrutto un finestrino.

La nota della società

Il mezzo, che stava trasportando il materiale tecnico della squadra a Bari per la partita di domenica, ha dovuto fare marcia indietro dopo i danni riportati. Questa la nota del Palermo: “il pullman del Palermo è stato preso a sassate mentre percorreva il viale Giostra a Messina, a poche centinaia di metri dagli imbarchi del traghetto per la Calabria. Il trasferimento, operato come sempre dall’azienda Labisi, era diretto a Brindisi. Come riportato dall’autista del bus, alcune persone con il volto coperto hanno colpito ripetutamente i vetri del mezzo, distruggendone uno e rendendo impossibile la prosecuzione del viaggio. Un altro mezzo è partito da Palermo per sostituire quello danneggiato, garantire il trasbordo di tutto il materiale tecnico necessario alla squadra e continuare il viaggio nella notte“.