Miller e Ducati mostruosi, Rossi arranca: cosa ci ha lasciato il primo giorno del ‘Test 2’ di Losail

La prima giornata dei 'Test 2' di Losail conferma la superiorità della Ducati e la difficoltà della Petronas, Jack Miller piazza il nuovo record della pista

SportFair

La Ducati va di fretta e non vuole perdere assolutamente tempo, mostrando tutto il proprio potenziale a distanza di tre settimane dall’inizio del Mondiale 2021 di MotoGP.

Tempo da record di Jack Miller nella prima giornata dei Test 2 di Losail, l’australiano distrugge il precedente primato fatto segnare da Marc Marquez nel 2019, fermando il crono sull’1:53.183 e scendendo di due decimi rispetto al precedente riferimento. Una prestazione assurda quella di Miller, che conferma così i pronostici che lo indicano come il candidato più accreditato per la vittoria del titolo mondiale. La Ducati sembra al momento la moto migliore del lotto, poco più avanti di una Yamaha che non scherza nemmeno. Fabio Quartararo infatti si ferma a 8 centesimi da Miller, precedendo il compagno di squadra Maverick Viñales.

I fratelli Espargaro

La superiorità della Ducati la conferma anche Johann Zarco, capace di arrampicarsi fino al quarto posto con la sua Pramac, arrivando anche a far segnare una velocità di punta davvero importante: ben 352,9 km/h. Non male nemmeno la Honda, che chiude al quinto posto con un sempre più positivo Pol Espargarò. Al suo terzo giorno sulla nuova moto, lo spagnolo si piazza a sette decimi dal super tempo di Miller, confermando la sua crescita in sella alla HRC. Sorriso stampato sul viso anche per il fratello Aleix, che continua a stupire con la sua Aprilia, nata sotto una buona stella considerando i tempi fatti segnare nella prima sessione e in questa prima giornata di ‘Test 2’ di Losail. 

Rossi in difficoltà

Tra i piloti più in difficoltà continua a esserci Valentino Rossi, solo tredicesimo a un secondo e mezzo di distanza da Jack Miller. Negativa anche la prestazione di Franco Morbidelli, stranamente anche lui lontanissimo dalle prime posizioni. Una giornata storta per la Petronas, che continua a faticare con la nuova moto, che appare lontana dalle prestazioni degli avversari. Peggio fanno solo le KTM tra le squadre di vertice, con Miguel Oliveira e Danilo Petrucci che restano a distanza siderale da Ducati e Yamaha.

Rookie

Tra gli esordienti, spicca la prestazione di un grandissimo Enea Bastianini, che con la sua Ducati Esponsorama si arrampica fino al quattordicesimo tempo, confermando la grande giornata delle Desmosedici GP. Per quanto concerne gli altri rookie, male Jorge Martin e Luca Marini, che si piazzano rispettivamente diciannovesimo e ventiduesimo, rimanendo al di sopra del muro dell’1:55.