E’ statunitense, ma corre con la maglia azzurra a Torun 2021: perchè Robert Grant è italiano?

Robert Grant, lo statunitense... italiano: perchè l'ostacolista e quattrocensita corre con la maglia della nazionale azzurra a Torun 2021?

SportFair

Il conto alla rovescia sta per terminare: il 4 marzo iniziano a Torun gli Europei indoor di atletica leggera  2021. Tantissimi campioni da tutt’Europa si sfideranno sulla pista polacca per andare a caccia delle medaglie più preziose e festeggiare sul podio, regalando al pubblico da casa grande spettacolo in un periodo difficile, caratterizzato ancora dalla pandemia di covid-19.

L’Italia vola a Torun con un carico di positività e ottimismo, pronta a far bene sulla pista polacca per portare a casa i migliori risultati possibili. Tra gli azzurri spiccano anche nomi ‘stranieri’ ed in tanti si domandano come sia possibile che facciano parte della nazionale italiana. Ognuno di loro ha una storia differente, ma oggi ci focalizziamo su quella di Robert Grant.

Robert Grant

Robert Grant è un quattrocentista e ostacolista nato e cresciuto negli Stati Uniti. Classe 1996, Robert vanta un primato personale di 49.15 nei 400hs di cui è specialista, mentre nei 400 indoor, nel 2018, ha fermato il cronometro sui 45.85, mentre il suo primato all’aperto è di 46.09.

robert grantGrant si è fatto notare in particolar modo per la 4×400 dove diverse volte è riuscito a stare sotto i 45”. Nel 2018, poi, Grant ha anche corso il record del mondo indoor con la sua università del Texas A&M, col crono di 3.01.39, pur terminando al secondo posto la competizione alle spalle della USC il cui record però non è stato registrato perchè effettuato da un quartetto di atleti di nazionalità miste. Grant ha corso sotti i 3’00 per tre volte nella 4×400 e si è aggiudicato 3 titoli NCAA nella specialità con la sua università.

Perchè Robert Grant è ‘italiano’

robert grantMa perchè Robert Grant corre con la maglia della nazionale italiana? L’atleta statunitense ha partecipato nel 2019 ai Campionati italiani assoluti di Bressanone, e c’è chi gli ha domandato il perchè di questa decisione: “sto cercando di ottenere il passaporto italiano per essere in grado di gareggiare negli appuntamenti nazionali, europei ed internazionali per l’Italia. Ho gareggiato lo scorso weekend per mostrare di essere all’altezza di poter far parte del team Italia. Poter vestire la maglia della nazionale italiana rappresenta molto per me e per la mia famiglia e sono molto convinto di questa decisione”, aveva dichiarato.

Grant, che ha i bisnonni italiani, è riuscito ad ottenerlo il passaporto italiano attirando così l’attenzione di tutto lo staff azzurro, ma prima di potergli permettere di indossare la pettorina dell’Italia si è dovuto attendere l’ok della World Athletics, che lo ha reso elegibile come atleta italiano solo a luglio 2020.

Lo staff della Nazionale italiana non si è fatto sfuggire l’occasione, cogliendola al volo e portando così Grant agli Europei di  Torun 2021. Riuscirà a regalare qualche soddisfazione… azzurra?