La nuova America’s Cup prende forma, spunta uno scenario sorprendente: coinvolta Luna Rossa

La prossima edizione dell'America's Cup potrebbe essere organizzata a novembre del 2022, dovrebbe essere confermata anche la presenza di Luna Rossa

Sono passati pochi giorni dalla fine dell’America’s Cup 2021, conclusa con la vittoria di Team New Zealand arrivata al termine di una combattutissima finale contro Luna Rossa.

Foto di Gilles Martin- Raget / Ansa

Uno scontro avvincente e ricco di colpi di scena, che il Defender è riuscito a portare a casa con il punteggio di 7-3, compiendo l’allungo decisivo dopo la quinta regata. Subito dopo l’assegnazione dell’America’s Cup sono iniziate le discussioni sulla prossima edizione, il cui format non è stato ancora definito. Sul tavolo al momento ci sono due ipotesi: lo scontro one to one tra Team New Zealand e Ineos UK, che ha lanciato il guanto di sfida ai Kiwi, oppure la solita manifestazione tradizionale con il torneo degli sfidanti e poi il duello con il Defender.

La rivelazione

amerca's cup
Foto di Gilles Martin-Raget/ Ansa

Accanto a queste ipotesi, potrebbe essercene una clamorosa rivelata da Bruno Troublé, colui che ha creato la Louis Vuitton Cup (diventata quest’anno Prada Cup per ragioni di sponsor). Intervistato dal sito Tip & Shaft, il master of ceremonies nel Golfo di Hauraki durante l’ultima campagna ha rivelato: “diverse persone, incluso Grant Dalton (CEO del Defender, ndr), hanno detto che la sfida tra britannici e neozelandesi è un’opzione. Secondo me, invece, è un po’ uno scherzo. Proprio ieri ho sentito Dalton al telefono e mi ha detto che ci sono molte opzioni e la sfida diretta non è la sua preferita. In effetti potrebbe trattarsi di una sorta di gioco di poker per convincere il governo neozelandese a elargire dei finanziamenti. Questo spiega perché Team New Zealand stia ‘minacciando’ di portare la Coppa America all’estero. L’esito più probabile è che ci sarà una America’s Cup post-Covid organizzata rapidamente nel novembre 2022, sempre ad Auckland, con le squadre attuali“.

Lo scenario

Foto di Luca Butto’/US Luna Rossa Prada / Ansa

Nel caso in cui questa situazione dovesse avverarsi, tra poco più di un anno e mezzo l’America’s Cup tornerà in palio con le stesse imbarcazioni viste nell’edizione 2021. Team New Zealand difenderebbe la Coppa delle 100 Ghinee, mentre gli sfidanti proverebbero a sfilargliela solo dopo aver partecipato al torneo che precede lo scontro finale. Luna Rossa andrebbe a caccia della rivincita contro i ‘Kiwi‘, mentre Ineos UK e American Magic tenterebbero di migliorare il proprio percorso, con l’obiettivo di arrivare alla sfida contro Team New Zealand.

Foto di Luca Butto’/US Luna Rossa Prada / Ansa

L’obiettivo degli organizzatori è comunque quello di aggiungere altre squadre alla competizione, così da renderla ancora più avvincente e combattuta. L’obiettivo sarebbe quello di vedere iscritte alla kermesse ben otto imbarcazioni, ma al momento tutto resta in divenire. La decisione non è stata ancora presa, ma arriverà entro e non oltre il 19 settembre 2021: quel giorno sapremo cosa ne sarà della prossima edizione dell’America’s Cup.