Quarant’anni e non sentirli, immenso Roland Fischnaller: argento azzurro ai Mondiali di snowboard

Roland Fischnaller ha vinto la medaglia d’argento nel gigante parallelo ai Mondiali di snowboard in corso di svolgimento a Rogla, in Slovenia

SportFair

Roland Fischnaller aggiunge un’altra perla alla sua inimitabile carriera, che da vent’anni gli regala soddisfazioni ai massimi livelli. Il 40enne alpino di Funes, dieci anni dopo il bronzo iridato nel gigante parallelo di La Molina, si è aggiudicato la medaglia d’argento nel gigante parallelo di Rogla.

Fischnaller
Foto di Igor Kupljenik / Ansa

L’azzurro è stato battuto per un solo centesimo nella big final dal detentore del titolo Dmitry Loginov, di vent’anni più giovane, ma costretto a tirare fuori il meglio di sé per venire a capo dell’indomito altoatesino, per lunghi tratti della run al comando, prima di un paio di imperfezioni costategli la vittoria.

Il palmarés di Fischnaller

Roland Fischnaller ha aggiornato così il suo straordinario curriculum, che comprende anche un oro nel PSL di Lachtal 2015, un argento nel PGS di Stoneham 2013, un bronzo nel PSL di Stoneham 2013 e un argento nel PSL di Park City 2019. Fuori invece nei quarti di finale Aaron March, mentre Mirko Felicetti ed Edwin Coratti sono stati eliminati negli ottavi di finale. In campo femminile il successo è andato alla tedesca Selina Joerg sulla russa Sofia Nadyrshina e l’austriaca Julia Dujmovits, diciottesima e fuori nelle qualificazioni Nadya Ochner. Martedì 2 marzo il programma prevede un PSL, per l’Italia gareggeranno Daniele Bagozza, Maurizio Bormolini, Edwin Coratti e Aaron March.

Le parole di Fischnaller

Entusiasta Roland Fischnaller dopo la medaglia d’argento nel PGS maschile di Rogla, la sesta nella carriera del formidabile 40enne altoatesino del Centro Sportivo Esercito: “è una pista molto difficile, sulla quale ho sfruttato una tavola velocissima. Sono riuscito a concentrarmi per tutta la giornata, sapevo che avrei potuto andare forte, ma ad un Mondiale contano soltanto i primi tre classificati. Peccato per alcune imperfezioni che ho commesso nella big final, ma era la prima run di giornata che disputavo sulla corsia rossa, che era più rovinata e non riuscivo a fare le linee tenute nelle run precedenti sulla corsia blu. Loginov ha dimostrato di andare fortissimo e soprattutto ha vent’anni in meno di me. Ho lavorato per tutta la stagione per questo appuntamento, in gennaio ho faticato perché ho modificato qualche assetto degli attacchi senza fortuna, così tornato al vecchio modello“.

Ordine d’arrivo PGS maschile Mondiali Rogla (Slo):

1. Dmitry Loginov (Rus)
2. Roland Fischnaller (Ita)
3. Andrey Sobolev (Rus)
4. Sangkyum Kim (Kor)
5. Nevin Galmarini (Svi)
6. Lukas Mathies (Aut)
7. Aaron March (Ita)
8. Michal Nowaczyk (Pol)

10. Mirko Felicetti (Ita)
12. Edwin Coratti (Ita)

Ordine d’arrivo PGS femminile Mondiali Rogla (Slo):

1. Selina Joerg (Ger)
2. Sofia Nadyrshina (Rsf)
3. Julia Dujmovits (Aut)
4. Claudia Riegler (Aut)
5. Romina Theresia Hofmeister (Ger)
6. Cheyenne Loch (Ger)
7. Tomoka Takeuchi (Gia)
8. Megan Farrell (Can)

18. Nadya Ochner (Ita)