Lewis Hamilton non si ritira

Lewis Hamilton ha rivelato di non avere nessuna intenzione di ritirarsi alla fine di questa stagione, annunciando la sua volontà di proseguire il percorso in F1

SportFair

Chi si aspetta un addio a fine stagione di Lewis Hamilton, rimarrà certamente deluso. Quasi a sorpresa, il sette volte campione del mondo ha messo le cose in chiaro alla vigilia del Gran Premio del Bahrain, il primo di questo Mondiale 2021, sottolineando come quello che sta per cominciare non sarà il suo ultimo anno in Formula 1. Il nuovo regolamento e la crescita del livello degli avversari stuzzica e non poco il pilota della Mercedes, deciso a proseguire il proprio percorso nella massima serie automobilistica per certificare la propria superiorità e arrampicarsi lì dove mai nessuno è arrivato.

Niente addio

Lewis Hamilton
Foto di Valdrin Xhemaj / Ansa

La decisione di non ritirarsi alla fine dell’anno ovviamente non è certa al 100%, ma difficilmente Lewis Hamilton si sbilancia nelle sue affermazioni e l’espressione con cui ha annunciato la sua permanenza in Formula 1 è di quelle che non lasciano dubbi. La rivelazione è arrivata un po’ a sorpresa, proprio come ama fare il pilota britannico, come confermato anche dalla telenovela sul rinnovo, arrivato a distanza di un mese dalla scadenza effettiva del contratto. Quest’anno però sarà diverso, almeno stando alle parole di Hamilton: “nella posizione in cui mi trovo oggi non sento che questa sarà la mia ultima stagione. C’è un nuovo ciclo tecnico in arrivo, ed è una prospettiva entusiasmante. Non mi sento alla fine di un percorso, ma so anche che solo i prossimi mesi mi faranno capire se sono pronto a smettere o no. Non credo che lo farò, ma non si sa mai“.

LEGGI ANCHE: Fernando, quanto ci sei mancato! Alonso sa come rendere l’atmosfera… velenosa: “se sono ancora forte come Hamilton e Verstappen?”

Rinnovo

Foto di EPA/Kenan Asyali / Ansa

Il percorso che Hamilton seguirà è già tracciato e anche Wolff ne è stato messo al corrente, il team principal della Mercedes ha chiari i passaggi da seguire nei prossimi mesi per giungere al rinnovo con il sette volte campione del mondo. “Non mi arrendo quando il gioco si fa duro – ha proseguito Lewis – ho voluto un contratto di un anno, è vero, ma ho detto a Toto che se vogliamo lavorare ancora insieme in futuro dovremo parlarne molto prima di gennaio. Sono completamente immerso ed impegnato in questo sport, siamo parte di un contesto che sta facendo grandi passi avanti non solo come tecnologia, ma anche come piattaforma da cui poter lavorare per un mondo migliore. Amo quello che sto facendo, e sono più carico che mai in vista di questa stagione. Ho parlato con Bono e gli detto che sono entusiasta di andare avanti, e che avremo una grande sfida da affrontare. Questo è ciò che ho sempre amato fare“.

Diritti umani

Foto di Kenan Asyali / Ansa

La decisione di rimanere nel mondo della Formula 1 non è dettata solo dalla voglia di conquistare altre vittorie e titoli mondiali, ma anche dalla possibilità di sfruttare la cassa di risonanza del Mondiale per portare avanti la sua battaglia per i diritti umani. Su questo argomento Hamilton si è soffermato anche in Bahrain, esprimendo il proprio punto di vista anche sulla gara in Arabia Saudita: “cerco di istruirmi su quanto accade nel mondo. Sicuramente mi ha dato grande responsabilità non restare in silenzio come magari qualcuno vorrebbe che faccia. Inginocchiarmi è stato positivo per far sapere alla comunità nera che io sono dalla sua parte. È bello vedere i passi di questo sport e del mio team in direzione dell’inclusione. Quando i giovani ci guardano magari chiederanno ai loro genitori perché ci inginocchiamo, e questo può portare al dialogo. Non sono io a scegliere dove andiamo a correre, ma cerco di fare dei passi per capire la situazione. Visitiamo tanti paesi, ci sono problemi in tutto il mondo, ma non dobbiamo andare in questi paesi ignorando ciò che succede. Non possiamo arrivare qui, divertirci e poi andarcene“.

Condividi