Non se ne può più: l’ATP costretta a correre ai ripari per non far ‘scappare’ i tennisti, annunciato un pacchetto di supporto “Covid-19”

L'ATP ricorre ai 'risparmi': l'emergenza Covid sta causando troppi danni al mondo dello sport, bisogna fare qualcosa

La pandemia di coronavirus ha piegato il mondo intero e tantissimi settori, come ad esempio quello dello sport. Tante sono le difficoltà che le Federazioni, le squadre e gli atleti hanno dovuto affrontare e che affrontano ancora oggi, dopo più di un anno dall’esplosione dell’emergenza Covid in tutto il mondo.

Il 2020 ha visto tantissimi eventi arrendersi al coronavirus, tra la delusione degli atleti e di tutti gli appassionati sportivi che almeno speravano di poter guardare in televisione le imprese dei propri idoli.

Il tennis si è dovuto adeguare, tra cancellazioni e rinunce, ma il 2021 è inziato bene, con un grande spettacolo agli Australian Open, dove il pubblico, anche se non sempre, ha potuto assistere dal vivo alle partite, regalando un pizzico di normalità.

Non tutti i tornei, però, anche in base alla città in cui si svolgono e alla relativa situazione legata al Covid, riescono ad organizzarsi come fatto dagli organizzatori degli Australian Open e per questo motivo il ‘circuito’ del tennis ne risente economicamente. Senza biglietti venduti mancano le entrate e di conseguenza tanti sono i tennisti che preferiscono rinunciare rispetto a chi vuole giocare ugualmente.

L’annuncio dell’Atp

L’ATP è dovuta quindi correre ai ripari, annunciando un nuovo pacchetto di supporto per i giocatori e per i tornei. Si tratta di un pacchetto di misure per aiutare i giocatori ed i tornei in condizioni di Covid. “Il pacchetto copre una serie di aree, tra cui premi in denaro agli eventi ATP 250 e ATP 500 e un aggiornamento al sistema FedEx ATP Rankings. Introduce anche una nuova disposizione di classifica protetta COVID-19 per dare ai giocatori ulteriore sicurezza nell’ambiente attuale”, si legge nella nota.

Premi in denaro e bonus

Tra l’Australian Open e Wimbledon, i livelli minimi di premio in denaro per i tornei ATP 250 e ATP 500 saranno aumentati rispettivamente all’80% e al 60%, dal 50%. Gli aumenti, che equivalgono a una spesa massima di 5,2 milioni di dollari, saranno principalmente finanziati attraverso una ridistribuzione di parte del Bonus Pool ATP, normalmente distribuito ai primi 12 giocatori idonei alla fine della stagione. La ridistribuzione dei fondi è avvenuta con il supporto dell’ATP Player Council, inclusi i rappresentanti della top 10 Roger Federer e Rafael Nadal.

Andrea Gaudenzi, Presidente dell’ATP, ha dichiarato: “I ricavi dei nostri tornei continuano a essere fortemente influenzati dalle restrizioni sulla vendita dei biglietti, e un sostanziale miglioramento su questo fronte sembra improbabile prima di metà anno. Il nostro obiettivo è garantire che il Tour continui a supportare il maggior numero di giocatori possibile e vorrei ringraziare i migliori giocatori e il Player Council per il supporto di questa misura, che contribuirà a migliorare le condizioni per il gruppo di giocatori più ampio nei prossimi mesi“.

Aggiornamento classifiche ATP FedEx

L’ATP ha esteso la logica “Best Of” per le classifiche FedEx ATP fino alla settimana del 9 agosto 2021 (inclusa Toronto). I risultati di tutti gli eventi tra il 4 marzo e il 5 agosto 2019, che non sono stati giocati nel 2020, verranno estesi di ulteriori 52 settimane e pesati al 50%. Questa riduzione si verificherà alla data di rilascio originariamente designata per ogni evento e la logica “Best Of” conterà solo il migliore dei due punteggi di un giocatore dallo stesso evento a livello di tour.

Ad esempio, un giocatore potrà contare il 50% del suo risultato del Madrid del 2019 o il 100% del suo risultato del Madrid del 2021, a seconda di quale sia il maggiore, per le prossime 52 settimane.

I risultati degli eventi riprogrammati del 2020 (Kitzbühel, Amburgo, Roma e Roland Garros) saranno inclusi anche per ulteriori 52 settimane al 50% dalla data di rilascio originariamente programmata e saranno confrontati con l’evento del 2021 in una logica “Best Of”. L’edizione 2019 di questi quattro eventi scenderà dalle classifiche in base alla data di rilascio attualmente programmata.

Nel 2021, tutti i risultati prima di Wimbledon verranno conteggiati come “Best of Other” nella ripartizione delle classifiche di un giocatore, con una revisione degli eventi successivi a seguire. Le regole di iscrizione e impegno automatico per l’ATP Masters 1000 continuano ad applicarsi per quanto riguarda l’idoneità per l’ATP Bonus Pool. In questo momento, si prevede che la classifica riprenderà con i punti in calo su base di 52 settimane a partire dal 16 agosto 2021 (Cincinnati). A condizione che non vengano apportate ulteriori modifiche, ciò significa che una classifica tradizionale, che include solo i risultati delle 52 settimane precedenti, verrà applicata nuovamente il 15 agosto 2022.

La decisione di trattenere il 50% dei punti guadagnati nel 2019 durante il periodo corrispondente alla sospensione del 2020, mira a fornire ai giocatori una misura di sicurezza nei mesi a venire, mentre continuano ad essere applicate restrizioni di viaggio e rigorose misure di salute e sicurezza.

Classifica protetta Covid-19

I giocatori che sono fuori competizione per quattro settimane consecutive avranno diritto a una classifica protetta COVID-19. Questa misura è progettata per consentire ai giocatori una maggiore flessibilità nella programmazione senza avere un impatto negativo sulla loro capacità di partecipare a tornei futuri. Ai giocatori idonei verranno concesse quattro opportunità di ingresso, esclusi i Grandi Slam e/o i Giochi Olimpici, utilizzando la loro classifica “congelata”. I giocatori potranno utilizzare la loro classifica protetta COVID-19 solo per accedere a tanti eventi ATP Masters 1000 quanti ne hanno persi durante il loro tempo lontano dalla competizione.

Protocolli in loco

Come parte di una revisione in corso dei protocolli di salute e sicurezza in loco, l’ATP ha collaborato con i tornei per fornire maggiori allocazioni al Player Support Team (PST), offerte ai giocatori in base all’ordine di arrivo. I giocatori sono stati limitati a +2 membri del team di supporto ai tornei ATP come parte dei protocolli di salute e sicurezza implementati dalla ripresa del tour nell’agosto 2020. Ulteriori membri PST possono ora essere consentiti all’interno di luoghi specifici in loco e dell’hotel ufficiale, soggetto alla disponibilità e ai protocolli COVID-19 completi. L’ATP continua a esplorare misure aggiuntive per fornire maggiore flessibilità ai giocatori, pur continuando a dare la priorità a salute e sicurezza.

Costi di isolamento Covid

L’ATP ha stanziato fino a 10.000 dollari per ogni evento ATP Tour e ATP Challenger Tour nel 2021 per coprire i costi dell’hotel che possono derivare da ulteriori periodi di isolamento o quarantena, richiesti in caso di risultati positivi del test COVID-19 o situazioni di contatto ravvicinato. Pertanto, tornei e giocatori saranno protetti contro i costi imprevisti legati alla salute e alla sicurezza.