Un forte boato e il motore che s’incendia, panico in volo per gli Utah Jazz: la colpa è degli… uccelli

L'aereo che stava trasportando gli Utah Jazz a Memphis ha colpito uno stormo di uccelli che ha danneggiato e incendiato un motore, generando panico a bordo

Attimi di paura e di tensione per gli Utah Jazz, protagonisti di un atterraggio di emergenza provocato dallo scoppio di uno dei motori dell’aereo che stava trasportando la squadra a Memphis.

Subito dopo il decollo da Salt Lake City, il velivolo ha colpito uno stormo di uccelli che ha danneggiato uno dei propulsori, incendiatosi dopo qualche minuto. Immediatamente, il pilota del volo Delta 8944 ha fatto ritorno sulla pista di Salt Lake City dove l’aereo è atterrato senza problemi. La squadra è stata fatta spostare su un altro velivolo, che ha poi trasportato i giocatori e lo staff a Memphis per permettergli di giocare contro i Grizzlies.

Il racconto dei giocatori

Secondo quanto riferito da ESPN, alcuni giocatori hanno rivelato di aver sentito un boato seguito da una fiammata partita dal motore sinistro. A bordo si è subito scatenato il panico, considerando la gravità della situazione. Per fortuna, l’aereo è tornato a terra senza conseguenze per i passeggeri, i quali non hanno però nascosto di aver provato davvero tanta paura. Sui social, Donovan Mitchell e Rudy Gobert, hanno ammesso sia il proprio sollievo ma soprattutto riconoscenza nei confronti dei piloti, riusciti a risolvere una situazione alquanto pericolosa.