Team principal ‘italiano’ e un ex ciclista come grinder: ecco Team New Zealand, l’avversaria di Luna Rossa in America’s Cup

Alla scoperta della storia e dell'equipaggio di Team New Zealand, l'avversaria che contenderà a Luna Rossa la vittoria nella finale dell'America's Cup 2021

Messa in bacheca la Prada Cup grazie al successo sugli inglesi di Ineos UK, Luna Rossa si prepara adesso ad affrontare Emirates Team New Zealand, a cui contenderà l’America’s Cup 2021.

Foto di John Mabanglo / Ansa

Una sfida complicatissima per l’equipaggio italiano, costretto a vedersela contro un’intera Nazione, considerando come la vela in Nuova Zelanda sia lo sport principale insieme al rugby. Un confronto affascinante e al tempo stesso tutt’altro che abbordabile, che permetterà comunque a Luna Rossa di alzare il proprio livello al cospetto dell’élite della vela internazionale.

Il palmarés di Team New Zealand

Foto di John Mabanglo / Ansa

Innanzitutto, per conoscere meglio Emirates Team New Zealand bisogna partire dal prestigioso palmarés, ricco e variegato grazie ai successi ottenuti negli ultimi decenni. La barca neozelandese si è presa l’America’s Cup nel 1995 contro gli yankee, difendendola poi nel 2000 contro Luna Rossa, distrutta con un rotondo 5-0. Nel 2003 però ecco la sconfitta contro Alinghi, seguita da una serie di ko subiti nel 2007 e nel 2013. Tremenda quella di 8 anni fa, quando i neozelandesi vennero sconfitti 9-8, dopo essere stati in vantaggio per 1-8. Una debacle tremenda, che ha dato comunque a Emirates Team New Zealand lo slancio per tornare a trionfare nel 2017, battendo BMW Oracle Racing (USA).

L’AC75 di Team New Zealand

Foto di John Mabanglo / Ansa

Il punto di forza di Emirates Team New Zealand è certamente il velocissimo AC75, caratterizzato da un set di foil molto particolare che nessun’altra imbarcazione è mai riuscita a replicare. Caratteristica principale sono le appendici a T, con la parte orizzontale che assume una conformazione piuttosto ‘arretrata’, con la presenza di un bulbo nella zona anteriore. Si tratta di una scelta piuttosto pericolosa, perché rende l’imbarcazione instabile e la espone alle scuffie: non a caso Team New Zealand è quella che ha scuffiato di più. Un rischio comunque calcolato, perché consente ai ‘Kiwi‘ di avere un’AC75 velocissimo nonché efficace in alcune situazione, in particolare quando il vento soffia sopra i 15 nodi.

L’equipaggio

Foto di Monica Davey / Ansa

A far paura in Emirates Team New Zealand non c’è solo l’AC75, ma anche l’equipaggio formato da una squadra di velisti perfetti. Il timoniere è Peter Burling, che rappresenta il prototipo di ‘marinaio’ giovane e abituato alle più competitive classi veloci, con un’intelligenza velica difficile da trovare in altri coetanei. Nel suo palmarés c’è già un’America’s Cup (il più giovane della storia a conquistarla), una medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra 2012 e un oro ai Giochi di Rio de Janeiro 2016 come timoniere nella classe 49er. Il grande capo di Emirates Team New Zealand è Grant Dalton, che sfida gli avversari utilizzando il logo del Royal New Zealand Yacht Squadron. Origini italiane invece per il team principal Matteo de Nora, nato negli Stati Uniti da padre italiano e madre svizzera. Sotto la sua guida, l’equipaggio neozelandese ha conquistato la Coppa America del 2017 e tre Louis Vuitton Cup (2007, 2013, 2017). Lo skipper e trimmer randa è invece Glenn Ashby, che vanta un argento alle Olimpiadi di Pechino del 2008. Curiosa anche la presenza tra i grinder di un ex ciclista, quel Simon Paul van Velthooven capace di conquistare una medaglia di bronzo nel keirin su pista alle Olimpiadi di Londra 2012.

Luna Rossa vs Team New Zealand

north sails luna rossaL’America’s Cup 2021 se la contenderanno Luna Rossa e Emirates Team New Zealand, una rivincita dell’edizione del 2000 vinta 5-0 dai ‘Kiwi’. La Vecchia Brocca verrà assegnata in una serie conclusiva al meglio delle 13 regate, come avvenuto in occasione della Prada Cup, conquistata dall’equipaggio italiano. L’inizio della sfida tra Luna Rossa e Emirates Team New Zealand è fissato per sabato 6 marzo nella baia di Auckland, dopodiché si proseguirà fino a lunedì 15 marzo con due regate al giorno intervallate dai riposi. Le regate avranno inizio alle 16 ora locale, quando in Italia saranno le 4 del mattino.